ginger








Introduzione

Il Ginger è una bevanda senza contenuto alcolico che appartiene al genere dei “Soft drinks” gassata e priva di zuccheri, che si ricava a partire dalla lavorazione della radice di zenzero, una spezia particolarmente apprezzata per sue proprietà rinfrescanti con sentori piccanti, che in inglese si chiama appunto Ginger.

Questa bevanda può essere di due tipi: la prima è quella golden (oro) che si presenta esteticamente di colore giallo e dal sapore molto intenso che a sua volta può essere anche dry (secco), oppure il secondo tipo ovvero la Pale-dry, che a differenza del primo si presenta esteticamente di colore molto più chiaro e dal sapore neutro.

In commercio si possono trovare anche dei Ginger Ale aromatizzati alla frutta, al miele, menta o frutti di bosco.

Il Ginger Ale viene commercializzato in convezioni di latta oppure in bottiglie di vetro da 200 ml, ed in America è molto facile trovarlo nei supermercati confezionato in grandi bottiglie di plastica da 1,5 litri, come quelli della coca-cola ad esempio.

Nel nostro paese il consumo di Ginger Ale non è molto sviluppato ed è una bibita che viene consumata quasi esclusivamente al bar, dove viene assaporato come aperitivo, bevuto da solo con ghiaccio, oppure con l'aggiunta di limone.

Molto spesso fa da ingrediente per la preparazione di diversi cocktail, tra i quali il tanto apprezzato Moscow Mule, oppure l'analcolico Shirley Temple.

Negli ultimi anni anche in Italia si puo acquistare il Ginger anche nei supermercati e la sua diffusione sta aumentando, anche grazie al ritorno dei soft drinks, come la cedrata ed anche il chinotto.

Sono diverse le ditte che in Italia producono bevande molto simili al Ginger, ed una tra queste è la Paoletti, aromatizzate allo zenzero, che prendono il nome di “Spuma Bionda”.

Nell'etichetta presente molto spesso compare la scritta “Aromi Naturali” e tra queste appunto sono contenute le spezie come lo zenzero, la cannella, ed il pepe, protetti dal segreto professionale e non dichiarate in maniera specifica.

Purtroppo il Ginger prodotto industrialmente, contiene molto spesso aromi artificiali.

Ginger

SPICE - GINGER ESTRATTORE DI SUCCO SLOW JUICER CONTROLLO DIGITALE DEI GIRI VELOCITÀ PROGRAMMABILE DA 45 A 55 RPM

Prezzo: in offerta su Amazon a: 119€
(Risparmi 30€)


Storia del Ginger Ale e Ginger Beer

Ginger La nascita del Ginger Beer sembra provenire dal lontano 800 in Inghilterra come bevanda medicamentosa utile ai marinai contro il mal di mare e da li ebbe moltissimo successo tanto da arrivare anche negli Stati Uniti, dove un medico ne brevetto la versione statunitense, ovvero il Ginger Ale, iniziando così una campagna di promozione molto forte, tanto da affermare di essere lui l'inventore di questa bevanda che veniva appunto commercializzata con lo slogan che recitava “The originals makers of Ginger Ale”.

Ancora oggi subiamo gli effetti di questa campagna pubblicitaria aggressiva, infatti erroneamente siamo portati a credere che il Ginger Ale sia nato prima del Ginger Beer, il quale non è altro che una sua chiara imitazione e per questo che il Ginger Ale a differenza di quello Beer, è molto diffuso a livello mondiale rispetto al fratello maggiore.

Fu durante l'epoca del Proibizionismo che la fama del Ginger Ale crebbe in maniera esponenziale, negli anni venti, quando questa bevanda così come i succhi di frutta oppure i te, venivano miscelati a bevande alcoliche per nascondere l'odore ed anche l'aspetto.

Ad oggi le fabbriche americane di Ginger più famose sono: Vernos, Canada Dry, Seagram's, Blenheim e Schweppes.


  • I peperoni sotto aceto I peperoni sotto aceto sono un contorno classico in Italia, prima sempre preparato in casa e oggi ad appannaggio dell'industria agroalimentare, che riesce a produrli a prezzi molto bassi. La loro real...
  • martini cocktail Per Martini si può intendere sia il famoso Vermouth, sia l'altrettanto famoso cocktail, dove di Martini ce n'è ben poco a dire la verità e deve il suo nome al fatto che fu pensato per essere versato n...
  • involtini di salmone Gli involtini di salmone sono un ottimo aperitivo per le vostre serate organizzate a buffet con gli amici per delle serate anche a base di solo vino e stuzzichini. Questi involtini infatti sono molto ...
  • Gli involtini di prosciutto crudo Gli involtini di prosciutto crudo sono un perfetto antipasto per le feste e i party all'aperto ma possono essere utilizzati anche come un secondo leggero ed estivo per chi non ha voglia di esagerare c...

Ibili 794400 5 stampini cupcake, Ginger

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,84€


ginger: Ginger Ale e Ginger Beer differenze

Ginger Molto simile al Ginger Ale, c'è il Ginger Beer che abbiamo già citato sopra, anch'esso privo di alcool ed aromatizzato allo zenzero, ma si differenzia principalmente per una questione geografica, infatti il prodotto Ale nasce negli Stati Uniti, mentre il Beer è inglese ed ha una storia di nascita e produzione molto antica.

La produzione del Ginger Beer ricorda moltissimo quella dell birra, ecco perché l'assonanza del nome, dato che gli ingredienti principali ovvero zenzero, zucchero di canna, acqua e limone, vengono messi a fermentare naturalmente.

Dato questo procedimento di fermentazione ecco perché il Ginger Beer potrebbe avere una piccolissima gradazione alcolica e questa presenza spesso viene descritta nell'etichetta della bottiglia.

La bevanda Ale a differenza viene addizionata solitamente con anidride carbonica e molto raramente viene sottoposta alla fermentazione naturale.

Il Ginger Ale viene prodotto solo ed esclusivamente a livelli industriali e con l'aggiunta di sostanze artificiali.

Come avete potuto vedere, queste due bevande considerate molto spesso simili, in realtà hanno delle differenze sostanziali, sia per quanto riguarda la loro nascita e provenienza, sia per il metodo di produzione e gli ingredienti che vengono aggiunti.

Potete assaporare il Ginger come aperitivo, accompagnandolo con dei piccoli stuzzichini salati, olive, tartine e pizzette.



COMMENTI SULL' ARTICOLO