piadina

La piadina è uno snack veloce e semplice, ricco di sapore, che si presta molto bene a tantissime farciture. La piadina può essere infatti farcita con gli ingredienti più disparati e da degli ottimi risultati sia con farciture dolci che con farciture salate. Le origini della piadina sono romagnole, nella zona fra Rimini e Ravenna, comuni nei quali la piadina è nata per poi diffondersi nel resto della regione ed in tutta Italia. La sua bontà e la sua semplicità di realizzazione sono state le chiavi principali del suo successo. In Italia la piadina rappresenta oggi la migliore alternativa al pane e viene venduta sia fresca che confezionata da nord a sud.

La ricetta della piadina è molto semplice e si basa su questi ingredienti basilari: farina di grano tenero 00, lievito, acqua, sale e strutto. Lo strutto è l’ingrediente che da alla piadina il suo sapore tipico, ... continua


Articoli su : piadina


ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
    • piadina farcita

      La piadina farcita La farcitura classica della piadina è quella fatta con gli affettati classici e i formaggi freschi della tradizione italiana.
    • piadina ricetta

      piadina classica La piadina è uno spuntino semplicissimo da preparare e se avete tempo e voglia di preparare anche l'impasto, il vostro break sarà ancora più sfizioso...siete pronti per la ricetta della piadina?
    • piadina ripiena

      La piadina ripiena La piadina può essere ripiena con molti ingredienti, affettati, formaggi, tonno o salmone, per dei pranzi veloci e gustosi.
    • piadina impasto

      impasto La piadina è un tipo di pane molto antico, oggi attribuita alla Romagna ma presenta già in antichità. Facile da fare, può accompagnare i pasti o essere farcita.
    • piadina stracchino

      La piadina allo stracchino La piadina allo stracchino è un classico della cucina romagnola, ottimo e cucinato in tutta la penisola e dagli italiani all'estero.
    ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
      prosegui ... , rendendo inoltre la pasta molto più morbida ed elastica. La piadina romagnola ha però due varianti nelle quali può essere cucinata, la variante riminense e la variante ravennate. A Rimini infatti vengono preparate delle piadine più larghe e sottili mentre le piadine di Ravenna sono più piccole e con la pasta più spessa. La ricetta tradizionale della piadina prevede un impasto ed una lavorazione esclusivamente manuale degli ingredienti. Una volta aggiunto il lievito, l’acqua ed il sale alla farina, gli ingredienti vanno impastati a mano e dopo aver aggiunto lo strutto dobbiamo continuare ad impastare la piadina a mano. Durante la lavorazione della piadina è esenziale l’uso del mattarello per tirare la pasta. L’impasto, sempre secondo la ricetta tradizionale, deve essere poi cotto in speciali teglie di terracotta. In commercio troviamo comunque delle piadine industriali che possono essere un valido e veloce sostituto alla piadina artigianale quando abbiamo poco tempo e vogliamo mangiare qualcosa di buono.

      Dal punto di vista nutrizionale la piadina è un alimento leggero ma la quantità di grassi e calorie può variare molto cospicuamente a seconda della ricetta e della lavorazione che utilizziamo. Per esempio 100 grammi di piadina possono variare nella quantità di calorie tra 300 e le 400, così come la percentuale di grassi può variare dal 5-6% nelle più magre sino al 15-18% nelle piadine più grasse. Un sostituto della piadina allo strutto può essere la piadina all’olio, che viene preferita dalle persone vegetariane ma non sempre è più leggera di della piadina allo strutto.