birra senza glutine








Birra senza glutine

Attualmente sono in forte aumento le persone che soffrono di intolleranza permanente al glutine, ovvero di celiachia. Per questo moltissimi birrifici sia Italiani che esteri hanno studiato delle nuove linee dedicate appunto a questa categoria di clienti, che non possono consumare la classica birra, ma che allo stesso tempo non vogliono rinunciare al piacere di questa bevanda. Il glutine come sappiamo è una sostanza che si trova in moltissimi cereali, tra i quali il frumento e l'orzo, e purtroppo la birra classica contiene al suo interno un quantitativo di glutine molto superiore rispetto al limite che possono sopportare gli intolleranti e gli allergici, che corrisponde a 20 mg per un litro di birra. Per offrire così una alternativa ad allergici ed intolleranti un birrificio ha due scelte, la prima realizzare una birra Gluten Free, la seconda invece realizzare una birra Gluten Removed. Mel primo caso citato vengono utilizzati per la preparazione dei cereali che sono adatti per le persone celiache, ovvero sorgo, miglio, riso, amaranto, mais e grano saraceno. Una volta pronta la bevanda questa potrebbe risultare al palato molto diversa dalla bevanda che tutti noi conosciamo, ma qui subentra la bravura del mastro birraio, che deve essere in grado di saper bilanciare al meglio tutti gli ingredienti al fine di realizzare una bevanda soddisfacente. L'orzo inoltre è un ingrediente molto importante per la fermentazione, proprio per questo è importante saper scegliere una varietà di cereali che possono garantire ugualmente un risultato ottimo. Nel secondo caso citato invece, si esegue il procedimento per la preparazione della birra classica fino a quando non si raggiunge la fase della deglutinazione, che consiste in una serie di tecniche che consento di estrarre tutta la quantità di glutine presente, fino al raggiungimento di valori molto inferiori a 10 mh per ogni litro. Se nel primo caso vi è sempre il rischio di contaminazione accidentale, nel secondo caso il pericolo è rappresentato da una porzione di glutine che resta durante il processo di fermentazione. Attualmente un birrificio che si sta impegnando molto per realizzare un prodotto privo di glutine è il Birrificio Etnia. In sostanza, secondo la legge italiana le birre per ciliaci sono bevande che contengono alcol, ma prive di glutine, a base di cereali differenti dal frumento e dall'orzo, e sempre seconda la legge, possono essere ammesse solo due tipologie di etichetta che specificano meglio il concetto. Tutte le birre “senza glutine” che apportano meno di 20 mg “parti per milione” di glutine, e le birre con “contenuto di glutine molto basso”,v che al loro interno contengono un quantitativo di glutine che va da 21 a 100 ppm. In base al grado di intolleranza che avete, è stato possibile selezionare per voi 3 birrifici che attualmente stanno lavorando molto bene e grazie ad essi potrete soddisfare la voglia di bere una buonissima birra, sempre tenendo conto del vostro disturbo.

Birra senza glutine

Beco Cibo per animali

Prezzo: in offerta su Amazon a: 118,29€


Birra Etnia

Questo birrificio è nato dalla grande passione di un gruppo di imprenditori, ed oggi si sta impegnando moltissimo per la realizzazione di birre gluten free. Etnia ha attualmente i prodotti deglutinizzati certificati, ed ogni lotto ha un contenuto di glutine <10ppm, grazie alla bravura del mastro birraio. Molto prezzate sono le birre Etnia Uk, realizzata con la stessa ricetta già conosciuta in UK ma deglutinizzata. Con lo stesso processo troviamo la NZ, che rispetta la ricetta tradizionale dal retrogusto esotico e dai profumi floreali, che la rendono unica ed inconfondibile. Anche la Sweet Stout anch'essa con certificato, è una bevanda dall'aroma intensa e sentori di cioccolato che richoamano anche il profumo del caffè. Questa birra risulta delicata al palato e con retrogusto amaro, che evidenza sentori di liquirizia, frutta secca e cacao.

  • birra La birra è davvero una bevanda universale, è davvero il caso di dire “paese che vai, birra che trovi”.Eppure l’origine di questa bevanda diffusa in tutto il mondo è sconosciuta. Sicuramente è antich...
  • birra artigianale La birra artigianale oggi è quella birra che non viene pastorizzata, un po come succedeva in passato prima delle scoperte scientifiche di Pasteur che portarono poi alla pratica, in tutta la moderna in...
  • maiale alla birra Le braciole di maiale possono essere cucinate in vari modi, sempre molto gustosi, con diverse spezie. Se i semi di finocchio sono la spezia simbolo del maiale, altre ricette utilizzano le erbe aromati...
  • POLLO ALLA BIRRA Il pollo alla birra è un piatto gustoso e inusuale, cucinato se volete alla brasiliana, popolo che usa molto cucinare questo volatile con questo alcolico. Preparazione di estrema semplicità, questa pi...

Ritzenhoff & Breker, Boccale da birra da 1 l, con taratura

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,62€


Birra Brunehaut

Birra Brunehaut Questo birrificio nel corso degli anni si è specializzato nelle birre ad alta fermentazione, in birre fermentate in bottiglia, birre biologiche e birre realizzate con il 100% di orzo coltivato e lavorato nei loro terreni interamente senza glutine. Proprio in ambito gluten free hanno elaborato un metodo esclusivo di deglutinazione naturale della birra durante il processo di fermentazione, proponendo così una birra al 100% senza glutine.

Si tratta di una birra belga molto schiumosa, con un gusto leggero e semplice, che si lascia bere con molta facilità.


birra senza glutine: Birrificio Flea

Questo birrificio con sede in Umbria, racchiude in sé usi, costumi e tradizioni del territorio in cui risiede, con l'unione di standard elevati di innovazione tecnologica. Attualmente anche questa industria si sta dedicando alle birre senza glutine e tra le novità c'è la birra Isabella, la Golden Ale senza glutine, la Beveria dal sapore amaro ma ben bilanciato ideale per essere assaporata durante l'aperitivo o con le pietanze di pesce.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO