cavolfiore ricette

Il cavolfiore può essere bianco o verde. Il cavolo bianco ha una forma più tonda mentre quello verde presenta delle cime più appuntite.

In cucina è molto utilizzato per cucinare delle buone zuppe o minestre per scaldarsi dal freddo dell’inverno, ma può essere anche utilizzato d’estate in alternativa alle solite insalate.

Nella sezione cavolfiore potrete trovare tante ricette tradizionali oppure originali.

Il cavolfiore è un alimento poco calorico ma anche in piccole quantità può saziare in quanto ricco di acqua. Il cavolfiore contiene anche molti Sali minerali e molte vitamine come la vitamina A, la C e la vitamina K,. Non contiene glutine quindi è molto indicato per chi è celiaco. Il cavolfiore ha molte proprietà, per esempio regola il battito cardiaco, e stimola il funzionamento della tiroide. In cucina è molto odiato dai bambini per colpa della puzza che sprigiona quando viene cucinato, ... continua


Articoli su : cavolfiore ricette


1          ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
    1          ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
      prosegui ... , un piccolo trucco per far in modo che la puzza non invada troppo la casa e di mettere sopra il coperchio della pentola del pane secco e della mollica imbevuta di aceto.

      Il cavolfiore può essere anche un buonissimo antipasto o addirittura un aperitivo, cucinato con una pastella e poi fatto friggere, il risultato è ottimo! La classica pastella che si utilizza solitamente per fare un buon cavolfiore fritto è costituita da farina, acqua frizzante, uova; questo metodo può essere utilizzato anche per far mangiare questo ortaggio ai più piccoli. Prima di friggerlo però farlo cuocere un po’ in acqua bollente.

      Un’altra ricetta molto sfiziosa è il cavolfiore gratinato. È una tipica ricetta invernale molto veloce e decisamente molto gustosa. Per prima cosa far lessare i cavolfiori, poi metterli in una teglia e ricoprirli di besciamella, e infornare.

      Il cavolfiore è ottimo anche come idea regalo per gli amici che amano la cucina, presentarsi con un barattolo di cavolfiori sott’olio fatti in casa fa sempre grande scena. La preparazione è molto facile, ma bisogna ammettere che il profumo non è dei migliori per via dell’aceto che deve bollire e del cavolfiore. La preparazione è questa: far bollire l’aceto con dell’alloro, il pepe nero in grani e se si vuole un po’ di chiodi di garofano, quindi mettere i cavolfiori tagliati a cimette, farlo bollire per pochi minuti, scolateli e fateli asciugare su di un canovaccio; quando le cimette saranno asciutte, disporle in un barattolo e riempirlo di olio fino a ricoprire tutto il cavolfiore, sigillare bene e conservare in ambiente asciutto.