digestivi

Ogni cena ben riuscita finisce solitamente con un giro di amari o di digestivi che permette di terminare davanti ad un buon liquore un piacevole momento passato in compagnia dei nostri amici o dei nostri familiari. I liquori sono però anche un valido aiuto in cucina e possono servire a volte per insaporire dei piatti e delle ricette con il loro speciale profumo e con un po’ di gradazione alcolica. L’utilizzo dei liquori in cucina permette molte volte di arricchire il sapore di un piatto, dando un tocco di originalità e di ricercatezza alla nostra ricetta. La grappa, l’amaro ed il limoncello sono senza dubbio tre dei digestivi più bevuti alla fine di un pasto al ristorante o in pizzeria ma esistono anche liquori più raffinati che ogni tanto meritano di essere degustati; è il caso per esempio del cognac, del whisky e del rum che possono offrire dei prodotti veramente eccezionali, ... continua

Articoli su : digestivi


1          ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
    • amaro

      Ogni cena termina con un'amaro o con un limoncello ma quali sono i migliori amari che si possono trovare al ristorante o al supermercato?
    • rum

      canna da zucchero Il rum è uno dei superalcolici più famosi e bevuti in tutto il mondo; le sue origini esotiche e la sua alta gradazione lo hanno reso una base alcolica ideale per moltissimi cocktail ma anche bevuto da
    • grappa

      grappa La grappa è uno dei prodotti tipici dell'Italia ed è uno dei distillati più diffusi ed apprezzati nel nostro paese...scopriamo insieme tutte le sue caratteristiche
    • bourbon whisky

      Bourbon whisky Il Bourbon è un whisky americano, di grande qualità e con una produzione particolare. La sua produzione inizia alla fine del Cinquecento.
    • grappa nonino

      grappa nonino La Nonino è divenuta ormai sinonimo di grappa, con le sue innovazioni che hanno rivoluzionato il mercato delle grappe, arricchendolo di qualità.
    • limoncello

      limoncello Questo liquore, ideale sia come digestivo di fine pasto, oppure come aperitivo, potete servirlo sia in famiglia oppure con gli amici freddo di frigorifero.
    • liquori

      Liquori In commercio si possono trovare moltissimi liquori, da quelli dolci speziati, a quelli con l'aggiunta di frutta fermentata oppure con una base di crema al cioccolato.
    • nocino

      NOCINO Per la preparazione di questo liquore, servono non solo le noci ancora acerbe, ma l'aggiunta di cognc o brandy e va servito a circa 18 gradi.
    • sorbetto

      Sorbetto Realizzare il sorbetto in casa è molto semplice, e con l'aggiunta di pochissimi ingredienti porterete sulle vostre tavole un alimento delizioso al palato.
    • sorbetto al caffè

      Sorbetto al caffe Per la preparazione del sorbetto al caffè, vi consigliamo di aggiungere un po di nutella, in modo tale da realizzare un dessert cremoso e molto invitante.
    • sorbetto al limone

      SORBETTO AL LIMONE Per realizzare un sorbetto al limone perfetto sia nella consistenza che nel sapore, vi consigliamo di adoperare limoni biologici non trattati.
    • whisky

      whisky Il whisky è un prodotto scozzese mentre con il termine whiskey vengono indicati distillati similari ma americani o irlandesi.
    1          ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
      prosegui ... , specialmente andando a ricercare annate particolari o prodotti invecchiati o realizzati con qualche metodo speciale (come per esempio il whisky torbato). In questa sezione troverete comunque anche numerosi liquori che possono essere prodotti anche in casa come il nocino o il liquore alla liquirizia e vi spiegheremo come realizzarli per divertirvi a preparare il vostro personale digestivo.

      Per quanto riguarda i liquori più utilizzati per la preparazione di ricette, possiamo dire che quelli più frequentemente usati per sfumare e arricchire le ricette sono il cognac, il marsala,la vodka ma anche il martini, il limoncello ed il Porto. Quando aggiungiamo un liquore durante la cottura di un piatto, dobbiamo avere dei piccoli accorgimenti per evitare di alterare in maniera negativa il gusto finale del piatto. Per esempio è bene aggiungere sempre i liquori a fiamma alta, per fare in modo che l’alcool contenuto nel liquore evapori all’istante. Se aggiungiamo del liquore ma a fiamma troppo bassa corriamo il rischio che la nostra ricetta assuma un gusto leggermente amaro che non è molto piacevole e comunque non ci permette di dare quel tocco di originalità che volevamo dare aggiungendo il liquore.

      La conservazione dei digestivi è più semplice di quella del vino. Una volta aperti è bene lasciare le bottiglie di grappa, cognac e compagnia bella all’interno di dispense nelle quali non ricevano la luce del sole. I liquori vanno tenuti lontani da fonti di calore per far si che non si alterino le loro proprietà organolettiche. I liquori possono essere utilizzati per marinare degli ingredienti delle ricette o anche solo per bagnare la carne per qualche minuto. Infine anche per i dolci si possono usare dei liquori come per esempio il limoncello ed il marsala che vengono utilizzati per le ricette diverse torte