crema di limoncello








Crema di limoncello. Introduzione

La crema di limoncello è un liquore molto apprezzato che si ottiene con la lavorazione dei limoni e della panna fresca. Esso è molto diverso dal classico limoncello proprio per la sua particolare cremosità che lo rende goloso ed invitante. È un liquore digestivo perché favorisce appunto la digestione, ed è proprio per questo che è ottimo da assaporare alla fine di un pasto abbondante. Per realizzare una crema di limoncello ottima, dovete avere a disposizione in casa dei limoni buoni, preferibilmente del vostro alberello oppure di coltivazione biologica non trattati.

Questa è una delle cose forse più interessanti di questo digestivo. La possibilità di prepararlo in casa senza grandi conoscenze. Non vanno infatti attivate fermentazioni o distillazioni, ma basta acquistare l'alcol puro e poi unire gli ingredienti secondo la ricetta classica. Ricetta che può essere anche variata, per avere diversi tipi di crema di limoncello. Un digestivo da fare in casa in modo da avere un prodotto genuino, senza conservanti e additivi.

Ora scopriamo insieme come fare per realizzarlo facilmente in casa con tutte le sue varianti.

Crema di limoncello

bremermann® caraffa in vetro da 1 litro con beccuccio in acciaio inox

Prezzo: in offerta su Amazon a: 21,4€


Preparazione

Per la realizzazione della crema di limoncello dovete avere a disposizione i seguenti ingredienti:

7 limoni bio non trattati

600 ml di panna fresca

500 ml di alcol puro

400 ml dio latte intero

1 Kg di zucchero bianco

3 bustine di vanillina

Procedimento

Iniziate la ricetta lavando accuratamente sotto abbondante acqua corrente i limoni che avete a disposizione, cercando così di eliminare eventuali impurità. Ora prendete un pelapatate e sbucciate i limoni, facendo attenzione ad eliminare solo la parte gialla, perché è quella che servirà successivamente. Una volta terminato questo passaggio, prendete un coltello e realizzate con la buccia delle listarelle sottili e piccole. Vi consigliamo di utilizzare un coltello di ceramica, perché no altera le proprietà del frutto. Adesso prendete un contenitore con chiusura ermetica, versate dentro l'alcol e la buccia dei limoni. Lasciate in ammollo per circa 3 settimane, ricordando di agitare il contenitore di tanto in tanto. Una volta trascorso il tempo di ammollo, procedete con la realizzazione del composto con la panna fresca. Prendete un pentolino e portate ad ebollizione la panna, il latte intero e le bustine di vanillina. Lasciate intiepidire il liquido e successivamente unite lo zucchero bianco. Mescolate con mestolo di legno accuratamente fino a quando lo zucchero non si sarà completamente sciolto. Ora lasciate raffreddare la crema a temperatura ambiente. Adesso con un colino filtrate le bucce di limone ed unitevi la crema al latte che nel frattempo si sarà raffreddata sufficientemente. Imbottigliate la crema di limoncello e conservatela nel freezer. Consigliamo di aspettare almeno due settimane prima di consumarla.

  • Crema di limoncello La crema di limoncello (o di limone, come la chiamano erroneamente taluni, in quanto questa è una crema per dolci) a differenza del classico limoncello prevede nella preparazione l'aggiunta di latte. ...
  • L’amaro è una liquore, una bevanda alcoolica, molto forte, spesso dal sapore amaro. La sua gradazione minima deve essere pari al 15% e mai al di sotto. Questo liquore viene ottenuto attraverso un pro...
  • limoncello Come dice la parola stessa, il limoncello si ricava dalla lavorazione della buccia dei limoni, grazie ad una ricetta genuina e sobria con l'aggiunta di acqua, alcool e numerose quantità di zucchero se...
  • Sorbetto Il sorbetto si può considerare il progenitore dell'attuale gelato, anche se molto spesso viene confuso con la gramolata o con la granita e si differenzia da questi due prodotti, principalmente per la ...

Betty Boop Scatolina Deorativa Porta Gioie in Confezione Regalo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12€


Crema di limoncello senza panna

Se volete assaporare una crema di limoncello light, potete escludere dagli ingredienti la panna fresca e sostituirla con il latte. Iniziate la ricetta realizzando delle listarelle sottili e piccole con la buccia dei limoni dopo averli lavati accuratamente sotto abbondante acqua corrente. Dopodiché mettetele a macerare in un contenitore ermetico con alcol per almeno 7 giorni in un luogo buio. Una volta trascorso il tempo per la macerazione delle bucce di limone, unite al composto dopo averlo filtrato con un colino il latte che avete a disposizione, lo zucchero e la vanillina. Nel passaggio finale unitevi ancora l'alcol e dopo versate il composto in una o più bottiglie di vetro che andranno riposte in freezer. Lasciate la crema di limoncello senza panna qualche ora a raffreddare, dopodiché potete consumarla a fine pasto come digestivo.


crema di limoncello: Consigli

1. La crema di limoncello necessita almeno di 5 settimane di riposo prima del consumo.

2. Se volete realizzare la variante con le mandorle, vi consigliamo prima di pelarle di metterle in ammollo per circa mezz'ora in acqua tiepida e successivamente eliminare la pelle.

3. Se conservate la crema di limoncello in freezer questa si manterrà anche per un anno.

4. Raccomandiamo sempre di non farne un uso giornaliero, perché si tratta pur sempre di un liquore molto alcolico, ed inoltre contiene elevate quantità di grassi e di zuccheri.

5. Una volta tagliate la buccia a listarelle sottili e piccole, l'alcol sarà in grado a far uscire più velocemente il contenuto delle bucce dei limoni. Consigliamo dunque di utilizzare un coltello di ceramica che non altererà tutti i principi attivi dell'agrume.

6. Una volta messe a macerare le bucce di limone nell'alcol, il contenitore deve restare in un luogo buio. Proprio per questo motivo vi consigliamo di coprire il barattolo con della carta alluminio oppure di utilizzare un contenitore di vetro scuro. Tutto questo serve a non far assorbire la luce dalla bucce del limone che sono fotosensibili.

7. I barattoli non devono essere sottoposti a fonti di calore.

8. La parte bianca del limone, ovvero l'albedo non deve essere assolutamente toccata perché conferisce al prodotto un gusto amarognolo. Prestate attenzione altrimenti rischiate di rovinare la bevanda.

9. Se non volete aggiungere durante le fasi di preparazione la vanillina, potete sempre aggiungere il classico baccello di vaniglia che poi andrà tolto.



COMMENTI SULL' ARTICOLO