pedavena birra








La storia

La fabbrica di birra Pedavena nasce il 27 marzo 1897 per volontà dei fratelli Luciani, Luigi, Sante e Giovanni che da Canale d’Agordo in provincia di Belluno si trasferirono a Pedavena per aprire lo stabilimento che avrà subito un discreto successo sia grazie all'ottima gestione di famiglia che alle materie prime utilizzate, di ottima qualità, tra cui l’acqua oligominerale presente sulle Dolomiti della zona, un ottimo luppolo e un lievito molto puro. Un duro colpo alla famiglia avvenne nella prima guerra mondiale con la requisizione della fabbrica per cause belliche da parte delle truppe austriache. La famiglia Luciani riuscì ad ottenere indietro lo stabilimento dopo l'armistizio, anche se in condizioni non ottimali a causa dei colpi di cannone ed un successivo incendio.

Ma già nel 1920 la produzione aveva raggiunto i 90.000 hl di produzione, posizionandosi così al secondo posto in Italia per quantità commerciate.

Grazie a questi profitti la famiglia Luciani poté così far crescere ancora di più lo stabilimento, con nuove strutture e spazi più ampi. Tra le innovazioni quella della sala di cottura del 1927, in lega di rame decorata da mosaici e stucchi ancora integri. Gli affari erano ottimi tanto che l'anno successivo l'azienda acquisì la fabbrica di birra Dreher di Trieste, mentre il successivo ampliamento avvenne nel 1951 con nuovi impianti a Torino, Genova e Macomer.

Successivamente purtroppo la fabbrica entrò in crisi, a causa della forte concorrenza europea, tanto da assumere prima il marchio Dreher prima di essere venduta alla Heineken nel 1974.

Il periodo più buio avvenne nel 2004, quando a settembre la multinazionale olandese ordinò la chiusura della fabbrica a Pedavena. Ma la reazione dei lavoratori e dei cittadini portò ad una mobilitazione con comitati, sindacati e comune in prima linea per salvare la fabbrica. Si attiva anche un sito internet e il comitato di cittadini il 1 febbraio 2005 che arriva a raccogliere quasi 55 mila firme tanto da indurre la Heineken a concedere dapprima una proroga, e poi l'apertura delle trattative di vendita, in cui viene coinvolto anche il governo. Nonostante questo l'azienda subisce lo stop alla produzione ed una momentanea chiusura dello stabilimento il 29 luglio 2005, fino a quando, il 10 gennaio dell'anno successivo, il gruppo Castello di Udine acquisisce lo stabilimento e in aprile riprende la produzione. Oggi la produzione è di 45 mila bottiglie, tutte numerate.

birra Pedavena

Paulaner 690743 - Set di 2 bicchieri da birra chiara, 0,5 l

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,46€


La birra classica

La birra classica della Pedavena è la Superpremium a bassa fermentazione, che viene definita molto equilibrata e delicata al palato. La gradazione alcolica è di 5% Vol e la struttura si definisce piena e rotonda, con un retrogusto di luppolo molto leggero. La birra ha un bel color oro e la schiuma consistente e lunga. Questa birra risulta ottima se accompagnata con gli antipasti e i primi piatti dal gusto delicato, è perfetta per la pizza, ma accompagna bene anche i crostacei, le carni bianche e quelle stufate, nonché le fritture.


  • birra La birra è davvero una bevanda universale, è davvero il caso di dire “paese che vai, birra che trovi”.Eppure l’origine di questa bevanda diffusa in tutto il mondo è sconosciuta. Sicuramente è antich...
  • birra artigianale La birra artigianale oggi è quella birra che non viene pastorizzata, un po come succedeva in passato prima delle scoperte scientifiche di Pasteur che portarono poi alla pratica, in tutta la moderna in...
  • maiale alla birra Le braciole di maiale possono essere cucinate in vari modi, sempre molto gustosi, con diverse spezie. Se i semi di finocchio sono la spezia simbolo del maiale, altre ricette utilizzano le erbe aromati...
  • POLLO ALLA BIRRA Il pollo alla birra è un piatto gustoso e inusuale, cucinato se volete alla brasiliana, popolo che usa molto cucinare questo volatile con questo alcolico. Preparazione di estrema semplicità, questa pi...

Lotti di 6 bicchieri da birra Paulaner Munchen 50 cl

Prezzo: in offerta su Amazon a: 29€


La birra speciale

Pedavena ha realizzato anche la Pedavena Speciale in cui maturazione e fermentazione vengono prolungate per ottenere una maggiore estrazione del luppolo. Si tratta di una birra di 5,9% Vol, che si segnala per il gusto marcato e pieno da celebrazione, giusta eredita della birra del centenario. Anche qui gli abbinamenti sono con gli antipasti e i primi, ma stavolta strutturati, e con l'immancabile pizza. Ottima anche con le carni rosse, anche alla griglia, la cacciagione e i dessert.


La birra Dolomiti

Pedavena produce anche birre con marchi diversi come la Dolomiti, nelle tipologie Pils, Doppio Malto, Speciale, Rossa, Rossa Doppio Malto e Non Filtrata. Il segreto di queste birre è il territorio delle Dolomiti con la sua acqua di grande purezza e la terra che fornisce un ottimo orzo di base per la fermentazione. Si tratta di un nuovo progetto intrapreso subito dopo la chiusura del 2005 con cui l'azienda ha voluto sottolineare ancora una volta il valore del territorio attraverso la locale Cooperativa La Fiorita sotto l'attenta vigilanza della Fabbrica di Pedavena.


pedavena birra: Le altre birre

La Pedavena è protagonista anche della produzione della birra Superior che vuole andare incontro agli amanti del genere premium, con ingredienti di prima qualità che regalano una spuma cremosa, persistente ed elegante, la birra si presenta con una veste paglierina ed ha un naso ai fiori e ai frutti, ripetuto delicatamente al palato. Perfetta per gli antipasti e i risotti, si può bere anche con carne e pesce delicati. Si realizza con la lavorazione a bassa fermentazione. La temperatura di servizio ideale si aggira intorno ai 7°C e la gradazione alcolica si attesta sui 5,2% volumetrico. Si vende in bottiglie da mezzo litro, per essere bevuta durante i pasti piuttosto che nelle serate con gli amici.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO