ananas sciroppata








Descrizione

L'ananas è un frutto che già gli antichi Maya, Incas ed Aztechi conoscevano e coltivavano nei loro terreni. Nel 1493 Cristoforo Colombo aveva visto questo frutto dalla forma strana nelle Guadalupe. Esso veniva chiamato dagli indigeni del sud America “nana”, mentre il Portoghesi lo chiamavano “ananz” così divenne ananas nella nostra lingua, nel francese e nel tedesco. In Spagna prese il nome di “pina” perché somigliava moltissimo ad una pigna e successivamente da qui venne poi chiamato “pine apple”. Lo scrittore Spagnolo Fernandez de Oviedo nel sedicesimo secolo definì questo frutto come la donna più bella nel mondo delle piante, riferendosi alla sua bellezza estetica ed al suo sapore. In Europa la coltivazione dell'ananas nelle serre ebbe inizio intorno al 1700, in particolare in Francia ed in Inghilterra. Il frutto era molto apprezzato, peccato il suo costo non accessibile a tutti. Circa un secolo dopo trovò il suo habitat naturale nelle Hawaii anche se ad oggi ancora non si sa chi ha portato questo frutto nelle isole, forse il capitano James Cook oppure molti pensano agli esploratori spagnoli, perché erano soliti mangiare ananas durante la navigazione, perché ricchissima di vitamina C, in grado di proteggerli dallo scorbuto. Con il passare del tempo questo frutto divenne un vero e proprio simbolo delle Hawaii e prese il nome di “ha lakahiki” ovvero straniero, e veniva appeso davanti alle entrate delle case come simbolo di benvenuto. La prima industria di ananas comparve nel 1900 nello stato della California ed era all'epoca la Del Monte. Oggi le più grandi produzioni di tale frutto si trovano principalmente nelle zone tropicali ed in alcuni paesi dell'Europa ed è il frutto in scatola più venduto in tutto il mondo. L'ananas può essere venduto e commercializzato anche in lattina sotto forma di sciroppo oppure di succo o ancora di frutto essiccato a fettine. È possibile acquistare gli ananas fresche sul mercato in qualsiasi tempo dell'anno e proprio per questo la loro raccolta è anticipata per cui sia l'odore che il sapore sono molto diversi da quelli del frutto in piena maturazione che si raccoglie dalla pianta. Tra le tante curiosità sembra che il frutto dell'ananas sia in grado di raddoppiare la sua dolcezza in una sola notte.
ananas sciroppata

West Mark, Alluminio, Bianco, 32.5 x 9.8000000000000007 x 31 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 38,35€


Botanica

I paesi di origine della pianta d'Ananas sono il Sud America, ovvero tra il Brasile ed il Paraguay. Essa è una pianta perenne sempreverde, e si mostra esteticamente con un fogliame di colore grigio tendente al verde dalla forma a spada e molto appuntito fino a formare una sorta di rosetta fitta. Per quanto riguarda le infiorescenze queste sono di colore blu a tre petali e sono inserite nel fusto fiorifero con brattee di colore rosa. Da ogni singolo fiore nasce, cresce e matura un frutto carnoso e succulento, che si sviluppa insieme agli altri fino a formare il tipico ananas., ovvero un albero sormontato da un enorme ciuffo di foglie di colore verde scuro che prende il nome di corona. Esso è caratterizzato nella parte esterna da numerose placche dalla forma poligonale, che si uniscono tra di loro. Il frutto internamente è costituito da una parte molto dura e legnosa il cosiddetto cuore e dalla polpa gialla molto dolce ed aromatica. Tra la polpa e la scorza sono presenti delle piccole cavità che contengono al loro interno dei ciuffetti. In base alla varietà si hanno ananas dalla forma più o meno cilindrica e di differente peso. La fioritura dell'ananas avviene una sola volta ed ama un clima temperato e tollera benissimo il sole forte e sopporta le alte temperature, ma la minima non deve mai scendere sotto i 15 gradi. Il terreno deve essere ricco di sabbia e ben drenato. Oltre che per l'enorme frutto, la pianta di ananas vine coltivata anche come pianta di appartamento grazie ala sue foglie decorative e si adatta perfettamente anche ad ambienti non ricchi di luce anche se il fogliame in tale condizione perde un po' della sua naturale colorazione.

  • acqua L'acqua è l'elemento essenziale alla vita sulla terra, e come tutti sanno senza di essa non sarebbe possibile nella sul nostro pianeta. Viene definito un composto chimico, tra i più semplici che esist...
  • soia La soia, scritto anche soja è una pianta erbacea definita dalla botanica con il nome di Glycine max che fa parte della famiglia Fabaceae mentre per altre classificazioni è una Leguminosa. La sua origi...
  • la regione del douro Il Porto è un vino prodotto con uve selezionate nella valle del Douro nel nord est del Portogallo, che subisce un particolare processo di vinificazione, con il taglio effettuato nel mosto fermentato p...
  • Penne ai peperoni I peperoni sono un ortaggio facente parte di una vasta famiglia, quella delle Solinaceae, con numerosissime varietà che vanno dai piccoli peperoncini piccanti fino ai grandi peperoni utilizzati in mol...

TOPELEK Herb Grinder,50mm Spezie Erbe Grinder in 4 Pezzi Tritino in Metallo - Nickel nero

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,99€
(Risparmi 8€)


ananas sciroppata: Ricetta

ananas sciroppata Per realizzare in casa l'ananas sciroppata dovete avere a disposizione i seguenti ingredienti:

1. ½ chilogrammo di ananas già pulita ed affettata

2. ½ chilogrammo di zucchero bianco

3. ½ litro di acqua naturale

4. 2 vasetti di vetro da 50 grammi ciascuno

Procedimento

Dopo aver pulito ed affettato l'ananas, fate sbollentare per circa un paio di minuti in acqua bollente. Successivamente scolatele e lasciatele raffreddare, dopodiché tagliatele a cubetti. Sterilizzate i vasetti di vetro con acqua bollente e riempiteli con il pezzi di ananas precedentemente lavorati.

Ora passate alla preparazione dello sciroppo. Riempite una casseruola di medie dimensioni di acqua ed aggiungetevi lo zucchero fino ad ebollizione, una volta pronto versatelo nei vasetti di vetro fino alla completa copertura dell'ananas. Chiudete con il tappo ermetico e capovolgete i barattoli dentro una casseruola piena di acqua e lasciate bollire per circa 30 minuti dopo lasciate raffreddare.



COMMENTI SULL' ARTICOLO