anguilla marinata








Anguilla marinata

L'anguilla che tutti noi conosciamo è quella europea, ovvero un pesce taleosteo che rientra a far parte della famiglia delle Anguillidae. In determinate regioni del nostro paese l'esemplare di femmina di anguilla ha grandi dimensioni e può raggiungere fino al metro e mezzo di lunghezza, infatti proprio per questo prende il nome di Capitone, mentre l'esemplare maschile è molto più ridotto e prende il nome di Buratello. Questa specie è molto diffusa nelle acque dolci ed in quelle marine del Mar Atlantico e Mediterraneo, dall'Islanda al Senegal. L'anguilla e meno comune nel Mar Nero compresi i suoi tributari compreso il Danubio. Generalmente ama vivere in ambienti dove la corrente è debole o del tutto assente, ma è possibile trovarla anche in acque molto mosse. Il maschio ama stazionarsi in acque salmastre, senza risalire i fiumi, come fanno invece tutte le femmine. Esteticamente essa presenta un corpo dalla forma subcilindrica ed allungata con la pinna dorsale di media altezza che arriva ad allungarsi a tal punto da toccare la pinna caudale e quella anale. Quest'ultima è molto più lunga della pinna dorsale. La mandibola a differenza della mascella è molto più sporgente, mentre l'occhio è di piccole dimensioni. La colorazione della livrea cambia in base alle fasi della vita: il colore bruno è presente sul dorso e giallastro sul ventre per tutti gli esemplari che vivono in acque dolci, mentre nero nella parte superiore e colore argento nella parte inferiore sono i colori delle anguille che vivono in mare e che si apprestano alla lunga migrazione. La femmina può raggiungere anche i 3 chilogrammi di peso.
Anguilla marinata

Gblife Friggitrice ad Aria Senza Olio Multifunzione 7 Funzioni Preimpostate 3.5L 1.500W Removibile Regolabili Strato Antiaderente per Patatine Fritte Coscia di Pollo Pepita Pesce BBQ Famiglia Partito

Prezzo: in offerta su Amazon a: 79,99€
(Risparmi 70€)


Riproduzione delle Anguille

L'anguilla è un pesce migratore catadromo, ovvero che discende la corrente, ed ha un ciclo riproduttivo molto complesso, proprio per questo è noto da relativamente poco. Ogni singolo esemplare di anguilla nasce nel mare dei Sargassi, il posto dove avviene dunque la sua riproduzione. Gli esemplari sessualmente maturi danno inizio alla migrazione dalle acque dolci oppure da quelle salmastre, dove tali pesci risiedono nel periodo autunnale. Il loro istinto riproduttivo è così forte che gli esemplari che vivono in stagni chiusi oppure in laghi non esitano troppo ad uscire dalle acque per raggiungere il fiume oppure il mare strisciando come fanno i serpenti. Tutto questo avviene durante le ore notturne, specialmente se c'è la pioggia oppure l'erba bagnata dalla rugiada, che consente loro di evitare la disidratazione durante la migrazione, ed inoltre deve essere assente al luna, visto il loro carattere lucifugo. Una volta in mare subiscono moltissime variazioni che vanno dall'aumento della grandezza degli occhi, perché la migrazione avviene dove vi è pochissima luce in profondità, e la degenerazione dell'apparato digerente, infatti in questo periodo particolare smette di nutrirsi. Mediante itinerari ancora oggi sconosciuti, l'anguilla riesce a raggiungere l'Oceano Atlantico e proprio qui avviene la deposizione, dopodiché la loro morte. Una volta schiuse le uova il piccolo dalla forma fogliforme compie il medesimo percorso che ha effettuato la madre per fare rientro in Europa nel luogo esatto da dove essa proveniva. Questo viaggio dura circa 3 anni fino a quando non raggiunge lo stadio di “ceca”.


  • acqua L'acqua è l'elemento essenziale alla vita sulla terra, e come tutti sanno senza di essa non sarebbe possibile nella sul nostro pianeta. Viene definito un composto chimico, tra i più semplici che esist...
  • soia La soia, scritto anche soja è una pianta erbacea definita dalla botanica con il nome di Glycine max che fa parte della famiglia Fabaceae mentre per altre classificazioni è una Leguminosa. La sua origi...
  • la regione del douro Il Porto è un vino prodotto con uve selezionate nella valle del Douro nel nord est del Portogallo, che subisce un particolare processo di vinificazione, con il taglio effettuato nel mosto fermentato p...
  • Penne ai peperoni I peperoni sono un ortaggio facente parte di una vasta famiglia, quella delle Solinaceae, con numerosissime varietà che vanno dai piccoli peperoncini piccanti fino ai grandi peperoni utilizzati in mol...

ZHUDJ Ab Nero Caldo dello Spessore di Quattro Pezzi di Corallo Cashmere Quilt Solido Biancheria da Letto,Budino alla Vaniglia,1,8 M (6 Piedi) Letto

Prezzo: in offerta su Amazon a: 370€


anguilla marinata: Ricetta

Anguilla marinataPer realizzare l'anguilla marinata, dovete avere in casa i seguenti ingredienti:

1. 1 chilogrammo di anguille di media misura

2. 1 litro e ½ di aceto di vino

3. Spicchi di aglio

4. Foglie di alloro secche

5. 1 ciuffo di salvia fresca

6. la scorza di una arancia

7. 2 cucchiai di uva sultanina

8. Sale fino quanto basta

9. Pepe nero in grani quanto basta

Procedimento:

Iniziate la ricetta ponendo le anguille a vostra disposizione su un tagliere, dopodiché nettatele e successivamente lavatele accuratamente sotto acqua corrente. Ora senza spellarle tagliatele a pezzi della larghezza di massimo 6 centimetri e nel passaggio successivo infilate i pezzi nei bastoncini di legno gli stessi che utilizzate per gli spiedini. Intervallate un pezzo di anguilla ed una foglia di alloro. Adesso aggiustate l'alimento con sale fino a vostro gradimento e cuocete gli spiedini alla griglia oppure in forno con la modalità grill, prestando attenzione a girarli una volta a metà cottura, circa 4 minuti per lato. Una volta terminata la cottura prendete una casseruola e versate al suo interno l'aceto di vino, successivamente qualche grano di pepe nero, una ciocca di salvia fresca, uno spicchio di aglio meglio se sminuzzato, la scorzetta di una arancia ed infine un pugno medio di uvetta sultanina. Ponete sul fuoco e lasciate in ebollizione per circa 30 minuti. Infine filtrate la marinatura con un colino travasandola in una casseruola e nella fase finale disponete dentro di essa i pezzi di anguilla privi del bastoncino e fate bollire ancora per qualche minuto.



COMMENTI SULL' ARTICOLO