bieta








Generalità

La bietola, detta anche “bieta”, è un alimento di origine vegetale, appartenente al gruppo degli ortaggi e verdure.

La parte edibile di questa pianta, è costituita dalle foglie ed anche dai gambi.

Se parliamo di bieta dal punto di vista botanico, questa è una pianta erbacea che appartiene alla famiglia delle “Chenopodiaceae.

Riassumendo in breve, la bieta, è una varietà della barbabietola, detta anche cicla, e si può identificare con la nomenclatura binomiale “ Beta Vulgaris Cicla”.

La bieta, come abbiamo detto all'inizio dell'articolo, è una pianta vegetale di ciclo annuale oppure biennale ed il suo consumo in cucina, prevede l'esportazione delle foglie, senza togliere però la porzione radicale.

Nell'arco dell'intero ciclo vitale di questo alimento, a livello casalingo, la bieta può essere sfruttata per un numero di volte pari alla capacita di produzione delle stesse foglie, quindi si tratta di un ortaggio particolarmente redditizio.

A livello commerciale, si può trovare oltre che sotto forma di singoli mazzetti di foglie fresche, anche quello a costa larga, che prevede il ricambio dell'intera pianta.

La bieta si presenta esteticamente con foglie molto larghe e lunghe, lucide e di colore verde scuro.

Il colore delle coste e dei gambi, varia dal bianco al giallognolo, alcune volte anche rossiccio.

Le più diffuse nel nostro paese sono quelle a gambo bianco, ma in base alla culture regionali, sono in commercio anche bietole con differenziazioni di colore.

La bieta, è originaria del vecchio continente, in particolar modo nella Spagna, Francia e nel litorale Adriatico orientale per l'Italia, fino ad arrivare in Grecia ed oltre.

Questo ci lascia dedurre, che la pianta della bieta, prediliga un clima con temperature ad ampia escursione termica, molto umidi, ma mai particolarmente torridi e rigidi.

Per concludere questa introduzione sulla bieta, possiamo dire che la coltivazione, si presenta in molti punti del globo, compresa America ed Asia nelle zone dove il clima è temperato, ed anche in Africa.

Bieta

Stoneware GOURMET CHEESE Camembert CHEESE BAKER In Gift Box BY CREATIVE TOPS

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,45€


Valori nutrizionali

bieta Le bietole, anche dette “bieta”, sono un alimento con bassissimo contenuto calorico e quelli presenti, provengono dai carboidrati semplici (fruttosio), mentre i lipidi e le proteine, sono molto carenti.

Per quanto riguarda le fibre, il suo contenuto è piuttosto soddisfacente.

Le vitamine presenti, in particolar modo la vitamina A e quella C, hanno un posto di rilievo nella bieta, e vi sono anche piccole quantità di vitamine del gruppo B, mentre i sali minerali sono prevalentemente il ferro ed il potassio.

Utilizzando il metodo di cottura in acqua calda, la bieta perde gran parte dei suoi nutrimenti e la degradazione o dispersione, impoverisce l'alimento di moltissime qualità e vitamine.

Essendo un ortaggio carente di sodio, ma ricco invece di potassio, la bieta si presta per il consumo giornaliero nell'alimentazione contro l'ipertensione arteriosa.

Grazie anche al contenuto di fibra alimentare, la bieta contribuisce ad abbassare l'indice glicemico del pasto, ed anche a regolare l'assorbimento lipidico, favorendo così il senso di sazietà.

La bieta dunque, è un alimento alleato contro le iperlipemie, il diabete milito di secondo tipo, ed anche con problemi di sovrappeso.

  • acqua L'acqua è l'elemento essenziale alla vita sulla terra, e come tutti sanno senza di essa non sarebbe possibile nella sul nostro pianeta. Viene definito un composto chimico, tra i più semplici che esist...
  • soia La soia, scritto anche soja è una pianta erbacea definita dalla botanica con il nome di Glycine max che fa parte della famiglia Fabaceae mentre per altre classificazioni è una Leguminosa. La sua origi...
  • la regione del douro Il Porto è un vino prodotto con uve selezionate nella valle del Douro nel nord est del Portogallo, che subisce un particolare processo di vinificazione, con il taglio effettuato nel mosto fermentato p...
  • Penne ai peperoni I peperoni sono un ortaggio facente parte di una vasta famiglia, quella delle Solinaceae, con numerosissime varietà che vanno dai piccoli peperoncini piccanti fino ai grandi peperoni utilizzati in mol...

Start Set Yogurutia Blue Ym-1200-nb [Corresponding to Amazake-natto Kefir Yogurt / Marketed in the Caspian Sea Temperature Control Tanica] (japan import)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 251,73€


bieta: Bieta in cucina

bietaLa bieta, ha un sapore dolciastro, anche se alcune volte, si possono avvertire dei sentori di terra, variabile anche in base al tipo di suolo che viene utilizzato per la sua produzione.

Questo ortaggio, viene spesso utilizzato in cucina, facendo bollire le sue foglie ed anche i gambi, nel caso in cui la si vuole assaporare come contorno.

Anche la cottura al vapore è ottima, per il semplice motivo che non essendo a contatto con l'acqua, l'ortaggio mantiene intatte tutte le sue proprietà gustative e nutrizionali.

Per cucinare in modo corretto la bieta da costa, ovvero quella che si presenta esteticamente con un gambo molto carnoso e largo, consigliamo di separare il tessuto più spesso, perché richiede tempi di cottura maggiori, da quello sottile, cioè le foglie, da aggiungere in cottura in un secondo momento, per evitare in questo modo, che la parte tenera, vada in pezzi durante il procedimento.

L'acqua di cottura può essere più o meno salata, anche se consigliamo di aggiungere sale fino in pochissime quantità, e potete arricchirla di sapore con la spremuta di limone, oppure con vino bianco o aceto di vino.

Una volta scolata, sarebbe più opportuno prima del consumo, lasciarla asciugare.

Appena cotta la bieta, è ottima da assaporare al naturale, con olio extra vergine di oliva e limone, oppure per chi lo gradisce, si può ripassarla in padella, con olio, sale, pepe ed aglio.

L'accostamento tra bieta e patate lesse, è un modo differente di assaporare questo ortaggi con sapori in contrasto tra loro.

La bieta, è un ingrediente utilizzato moltissimo per la realizzazione di primi piatti, come ad esempio minestroni, zuppe ed anche sughi per la pasta asciutta.

Come abbiamo già detto, la cottura in acqua in ebollizione, implica la perdita delle proprietà nutrizionali di questo ortaggio, ma potete utilizzare l'acqua che rimane, solo se insipida, come ottimo fertilizzante per ortaggi e pianta ornamentali.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO