brodo di gallina








Introduzione

Il brodo di gallina, è una ricetta molto semplice da realizzare in casa ed inoltre si presta benissimo per essere la base di moltissimi piatti, come ad esempio per la cottura del risotto, della carne oppure della pasta.

Oggi è possibile trovare in commercio dei brodi già pronti che servono principalmente per preparare minestrine e risotti, ma di certo possiamo affermare che la qualità ed il sapore di un brodo di gallina fatto in casa e decisamente migliore.

Proprio per questo vi consigliamo di realizzare il brodo di gallina seguendo alcuni passaggi che vi illustreremo in questo articolo, ma prima facciamo una descrizione dettagliata sulla gallina.

Nel linguaggio di tutti i giorni il termine gallina, pollo, gallo e cappone sono nomi attribuiti alla stessa specie, ma che vengono attribuiti ad esemplari di sesso, età e riproduzione molto differenti tra loro.

Quando si parla di gallina ad esempio, stiamo parlando principalmente della femmina ovipara che ha già completato una stagione produttiva, mentre quella giovane che ha circa un anno, viene detta pollastra.

Una gallina in età matura, ovvero vecchia, può essere identificata con il termine “pollo”, anche se si distingue da quest'ultimo per il tipo di alimentazione di cui si nutre in allevamento.

Il pollo proviene da allevamenti da ingrasso, mentre la gallina da allevamento per la produzione solo ed esclusivamente di uova e proprio per questo la gallina propriamente detta viene anche identificata come “ovaiola”.

La gallina viene allevata solo per la produzione delle sue uova anche se una volta terminato il periodo della produzione viene poi macellata.

La maggior parte delle galline “ovaiole” vengono allevate in grandi batterie in una percentuale che supera i ¾ del totale, mentre solo il 10-20% crescono in allevamenti rurali e quello che resta riguarda allevamenti alternativi.

Brodo di gallina

Natives 610060 Gallina Party Scatola a cubo/Brodo metallo multicolore 16 x 9,5 x 7 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,25€


Caratteristiche della carne

Brodo di gallina In base all'età di macellazione, la carne di gallina cambia notevolmente nella sua composizione e possiamo affermare che l'apporto lipidico di questa carne molto apprezzata in tutte le sue versioni culinarie, non occupa un posto di rilievo ed è infatti di media entità.

I trigliceridi della carne di gallina contengono acidi grassi prevalentemente di genere monoinsaturo, anche se il quantitativo presente di quelli saturi non è affatto da trascurare.

Grazie ai polinsaturi piuttosto contenuti, il colesterolo figura in quantità medio-basse.

La carne di gallina è sprovvista di fibre ed il “Glicogeno” è presente in piccolissime tracce.

La maggior parte delle energie di questa carne sono conferite dalle proteine che sono di alto valore biologico.

Per quanto riguarda i sali minerali ci sono ottime concentrazioni di potassio ed un buonissimo apporto di ferro, mentre per le vitamine spiccano in maggioranza quelle del gruppo B in particolar moda la Niacina, ovvero la vitamina PP.

La gallina può essere impiegata sia per le sue uova come abbiamo detto sopra, sia per la sua carne.

Le uova sono un alimento di ampio consumo con relative tecniche di cottura molto diffuse in tutto il mondo, a differenza della carne di gallina che rientra a far parte delle tradizioni culinarie che non hanno nulla a che vedere con la cucina moderna dei giorni nostri.

Tale caratteristica è imputabile alle sue proprietà organolettiche ed anche gustative, che restringono l'impiego in brodo di gallina o lesso, due preparazioni che richiedono molto tempo di cottura e per questo visto i tempi a disposizione sempre più ristretti, sta progressivamente andando i disuso.


  • acqua L'acqua è l'elemento essenziale alla vita sulla terra, e come tutti sanno senza di essa non sarebbe possibile nella sul nostro pianeta. Viene definito un composto chimico, tra i più semplici che esist...
  • soia La soia, scritto anche soja è una pianta erbacea definita dalla botanica con il nome di Glycine max che fa parte della famiglia Fabaceae mentre per altre classificazioni è una Leguminosa. La sua origi...
  • la regione del douro Il Porto è un vino prodotto con uve selezionate nella valle del Douro nel nord est del Portogallo, che subisce un particolare processo di vinificazione, con il taglio effettuato nel mosto fermentato p...
  • Penne ai peperoni I peperoni sono un ortaggio facente parte di una vasta famiglia, quella delle Solinaceae, con numerosissime varietà che vanno dai piccoli peperoncini piccanti fino ai grandi peperoni utilizzati in mol...

Nuovissimo Set Da 3-Pz Di Cucchiai Da Cucina – Garanzia Di Sostituzione A Vita – Cucchiai / Spatole Multiuso Pieni e Scanalati Con Poggiamestolo – Accessori In Nylon Per Pentole Antiaderenti In Teflon

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,96€
(Risparmi 14,99€)


brodo di gallina: Ricetta

Brodo di gallinaOccorrente : 1 gallina di media grandezza, 1 osso poroso di vitello, 1 costa di sedano fresco, 1 cipolla di medie dimensioni, 2 carote, 4 litri di acqua fredda, sale fino q.b.

Procedimento:

Come prima cosa dovete avere avere a disposizione una gallina di grandezza media, cercando di comperare un prodotto che sia di qualità domandando sempre la provenienza e la data di macellazione al vostro macellaio di fiducia.

Nel caso non fosse pulita, togliete tutto il piumaggi ed eliminate le interiora compreso di grasso e gozzo, poi il becco, le zampe, la punta delle ali e fiammeggiatela per eliminare eventuali penne rimaste, terminate lavandola accuratamente sotto abbondante acqua corrente.

Una volta ben pulita, lavate tutte le verdure ed anche l'osso di vitello, proseguite prendendo una casseruola di grandi dimensioni e versandovi al suo interno i 4 litri di acqua che occorrono per la cottura, la gallina, l'osso poroso di vitello, il sedano, la cipolla di medie dimensioni, la carota ed il sale fino a vostro gradimento.

Consigliamo di non aggiungere tantissimo sale fino all'inizio della cottura ma di assaggiarlo verso la fine e se necessario eventualmente aggiungerne ancora un po.



COMMENTI SULL' ARTICOLO