burro di arachidi








Descrizione

Il burro di arachidi, si ricava mediante la macinatura dei semi di arachidi.

Alcune fonti incerte, attribuiscono la scoperta di questo prodotto ad un farmacista di Saint Louis, il quale sembrerebbe che alla fine del diciannovesimo secolo, inventò questo alimento, come un forte sostituto di proteine della carne, allora alimento costosissimo e non accessibile a tutte le famiglie delle classi sociali meno abbienti.

Infatti il contenuto di proteine vegetali presenti nel burro di arachidi, è molto elevato oltre ad un considerevole contenuto di grassi, per la maggior parte monoinsaturi, ed una buonissima percentuale di fibre ed acido linoleico.

Il più famoso produttore di burro di arachidi al mondo, è sicuramente l'ex presidente degli Stati Uniti d'America Jimmy Carter, che possiede una vasta piantagione a Plains in Georgia.

Questa specie di pasta, viene composta mediante l'utilizzo di altri prodotti come l'olio di palma, l'aggiunta di zucchero e di sale.

Oltre ai grassi però, il burro di arachidi contiene vitamine, proteine, calcio, fosforo e potassio.

Un prodotto molto simile viene realizzato in medio oriente e si chiama “Tahina”, un alimento tradizionale da moltissimi secoli, diffuso in nord Africa, in Grecia a base di semi di sesamo.

Di certo questo alimento non può e non deve mancare nelle dispense delle cucine statunitensi, che spesso viene servito in mezzo a sandwich come salsa, formato da due fette di pane, dove su una viene spalmato il burro di arachidi e nell'altra fetta viene spalmata la marmellata, spesso di mirtilli e fragole.

Questo alimento viene spesso utilizzato anche per la realizzazioni di prodotti dolciari da forno, come ad esempio i tanto famosi “Scorched peanut cookies”, biscottini al burro di arachidi.

BURRO DI ARACHIDI

Meridian Burro Di Arachidi Liscia Naturale Senza Aggiunta Di Zuccheri E Di Sale Senza Aggiunta (1Kg)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,03€


Produzione

BURRO DI ARACHIDIPer realizzare questa crema, il procedimento da compiere è il seguente: inizialmente i semi di arachidi vengono tostati ad una temperatura di circa 160 gradi, poi vengono cosparsi di sale fino in una percentuale pari al 2 o tre per cento, dopo avviene la macinazione e poi per concludere l'impasto.

Una volta che la parte oleosa tende a fuoriuscire, questa automaticamente si separa dal burro, fino a risalire nella parte alta del vasetto.

L'industria alimentare, aggiunge oltre agli ingredienti tradizionali, anche degli additivi che hanno la funzione di stabilizzare, insieme agli emulsionanti ed olio vegetali parzialmente idrogenati.

Gli olio idrogenati che abbiamo menzionato proprio ora, sono molto dannosi per la nostra salute, in quante se vengono consumati in eccesso, predispongono all'aterosclerosi, a gravi malattie cardiovascolari e delle coronarie e di conseguenza anche all'infarto cardiaco.

Ad ogni modo, i grassi parzialmente idrogenati, vengono aggiunte alla realizzazione del burro di arachidi in piccolissime quantità, sufficienti per imbrigliare i trigliceridi ricchi di acidi grassi insaturi e per evitare il galleggiamento in superficie dell'olio cosi da migliorare la stampabilità del prodotto.

Se facciamo un ipotesi, calcolando che la quota di acidi grassi parzialmente idrogenati sia pari al 3% e tenendo presente che questi contengono il 40% circa di acidi trans, possiamo dire che una porzione di 30 grammi di burro di arachidi, contiene meno della metà di un grammo di acidi grassi idrogenati.

Se si segue una sana ed equilibrata alimentazione, si consiglia di limitare il più possibile l'assunzione di questo prodotto, che non deve essere consumato oltre i cinque grammi al giorno.


  • Arachidi tostate L'arachide è una pianta che appartiene alla famiglia delle Fabaceae o leguminose e le sue origini sono brasiliane, anche se ad oggi vine coltivata un po in tutto il mondo.Il seme che si ricava da qu...
  • acqua L'acqua è l'elemento essenziale alla vita sulla terra, e come tutti sanno senza di essa non sarebbe possibile nella sul nostro pianeta. Viene definito un composto chimico, tra i più semplici che esist...
  • soia La soia, scritto anche soja è una pianta erbacea definita dalla botanica con il nome di Glycine max che fa parte della famiglia Fabaceae mentre per altre classificazioni è una Leguminosa. La sua origi...
  • la regione del douro Il Porto è un vino prodotto con uve selezionate nella valle del Douro nel nord est del Portogallo, che subisce un particolare processo di vinificazione, con il taglio effettuato nel mosto fermentato p...

Skippy Smooth Peanut Butter Cream Crema al burro di arachidi liscia morbida americana 340g

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,9€


burro di arachidi: Proprietà nutrizionali

BURRO DI ARACHIDITra le tante qualità nutrizionali del burro di arachidi, quella che più spicca, è l'elevato contenuto di proteine, di acido oleico, della vitamina B3, della vitamina E, del magnesio, acido folico e fibre alimentari.

Se il burro di arachidi viene prodotto mantenendo il tegumento esterno, ossia la pelle che riveste il seme, questo prodotto, è inoltre ricco di polifenoli e resveratrolo, lo stesso antiossidante presente nella buccia dell'uva e del vino rosso.

Le arachidi in generale, cosi come anche i prodotti che se ne ricavano come il burro di arachidi, rappresenta l'alimento che molto spesso causa reazioni anafilattiche di natura alimentare molto gravi.

Queste reazioni infatti, sono allergie vere e proprie al prodotto e si sviluppano dallo 0,4 allo 0, 6 % della popolazione.

Un altro problema che può causare l'assunzione di burro di arachidi o arachidi in generale, è data dalla contaminazione di aflatossine, che sono delle sostanze pericolosissime, che vengono prodotte da alcuni funghi miceti.

Ora che abbiamo descritto i pericoli che possono incombere alla salute dei consumatori, dobbiamo aggiungere, che ad oggi tutte le fasi produttive della filiera per la realizzazione del burro di arachidi, vengono seguite con particolare scrupolo.

Come abbiamo citato sopra all'inizio dell'artico, questo alimento se viene utilizzato come leccornia o sfizio da spalmare sopra il pane dopo un pasto, magari al posto della cioccolata, dovete sempre ricordare che è un alimento ipercalorico ed iperlipidico, e di certo no fa bene alla linea, ma in particolar modo alla salute.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO