cannella








La cannella: storia

La cannella è una spezia dal sapore dolce, forse una tra le più antiche in tutto il mondo. Il suo nome indica una piccola canna, ovvero la forma che essa assume nel momento in cui la spezia viene essiccata affinché possa essere resa possibile la sua conservazione. Inoltre, il suo nome indica anche la zona interna di due rami giovani appartenenti a due piante differenti, ovvero il Cinnamomum cassia e il Cinnamomum zeylanicum. La cannella Cinnamomum zeylanicum presenta un colore nocciola chiaro e un sapore delicato ma intenso; la cannella cassia, invece, ha un colore più scuro, tendente al rossiccio e con un sapore molto più forte. La storia della cannella ha inizio davvero molto tempo fa, tanto è vero che veniva utilizzata già al tempo degli Egizi, circa nel 3000 a.C. la cui funzione era quella di imbalsamare. Durante il periodo medievale, la cannella era uno dei materiali più costosi proprio perché era una spezia molto pregiata, tanto da essere presentata come dono a re e regine. Tra i suoi benefici, infatti, essa portava sollievo per coloro i quali soffrissero di mal di gola e tosse e, inoltre, il suo aroma veniva sparso tra le varie pietanze dando, in questo modo, un gusto ed un sapore più dolce. Durante il periodo rinascimentale, invece, Nostradamus la utilizzava per la creazione del suo potentissimo filtro d’amore. Alcuni medici appartenenti alla scuola Salernitana, attribuirono a questa spezia dei particolari effetti afrodisiaci, tanto da scrivere su di essa” Accendit Venerem cum vaccae lactae recenti, auget semper amorem, alleviat mentem”ovvero “ Eccita il coito con il latte fresco di vacca, aumenta sempre gli stimoli dell’amore, rafforza l’intelletto”. La cannella, grazie alle sue proprietà afrodisiache e anche alle sue funzionalità terapeutiche, ebbe molto successo anche nel 500 e tale fama si è ripercossa fino al giorno d’oggi. Attualmente, questa spezia è tra le protagoniste nella preparazione di dolci, torte, vin brulè. Frutta cotta e anche biscotti

La cannella: storia

Galileo Casa 2410663 Diffusore Profumo per Ambiente Cannella, Bianco, 6x6x11 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,8€


Caratteristiche organolettiche della cannella

La cannella è una spezia molto rinomata, famosa e anche molto utilizzata nell’ambito della cucina al giorno d’oggi. Essa ha un sapore forte, intenso, pungente, ma anche dolce. Mentre molte altre spezie si ricavano dai fiori, dal seme o dal frutto, la cannella la si ottiene direttamente dai ramoscelli o anche dal fusto, in seguito verrà poi trattata fino ad assumere la fisionomia di una pergamena dal colore simile ad una nocciola. Al momento in cui la cannella entra nel commercio, essa può essere venduta sotto forma di polvere oppure sbriciolata. Questa spezia la ritroviamo anche nello stato liquido, venduta come olio essenziale ed è molto utilizzato nell’ambito culinario.


  • torta di mele La torta di mele alla cannella è una delle tante varianti della torta di mele, una delle più classiche torte della tradizione domestica italiana, cotta da tutte le mamme di una volta. Molto conosciuta...
  • I biscotti con miele e cannella Spesso ci accade di desiderare qualcosa di dolce, come spesso ci accade di avere ospiti in casa per un caffè o per un thè. E allora a questo punto cosa c’è di più buono da sgranocchiare o da offrire d...
  • Voglia di un dolce sfizioso, dal sapore intenso, facile e rapido da preparare? Cosa c’è di meglio di un pan di Spagna da poter aromatizzare con il miele e la cannella? Un dolce soffice, morbido, gusto...
  • acqua L'acqua è l'elemento essenziale alla vita sulla terra, e come tutti sanno senza di essa non sarebbe possibile nella sul nostro pianeta. Viene definito un composto chimico, tra i più semplici che esist...

Olio Di Cannella, Scorze – Olio Essenziale Puro Al 100%- 50ml

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,99€


La cannella in cucina

  • La cannella in cucina
La cannella, spezia famosa e diffusa su scala internazionale, usata ormai da molti secoli è protagonista indiscussa di molte pietanza, soprattutto se dolci. In occidente, essa viene utilizzata molto in manicaretti dolci a base di frutta, in modo particolare se con le mele ( ne è un esempio lo strudel, dolce austriaco a base di pasta frolla, mele, uva sultanina e cannella). Questa spezia viene utilizzata anche nella lavorazione delle caramelle, del cioccolato, delle praline ed è anche usata come aroma per la preparazione di creme, di gelati, liquori, panna montata. In alcune tradizioni culinarie la cannella viene utilizzata anche per aromatizzare piatti salati a base di carne. Altri ancora, invece, la utilizzano per aromatizzare il thè.


La cannella come medicina

La cannella come medicina La cannella, oltre ad avere un ottimo sapore utile ad arricchire pietanze già ottime di per sé, ha anche diversi “poteri” che vanno a vantaggio del nostro organismo. Infatti, essa ha delle proprietà antiossidanti, la cui forza è di gran lunga superiore (di circa 60 volte) a quella della mela, la quale è ritenuta uno dei miglior alimenti con questa funzionalità. Questa spezia contiene aldeide cinnamica e i tannini e può essere utilizzata sia come antibatterico, sia come antispastico, sia per combattere le infreddature. Tra i suoi innumerevoli benefici, la cannella ha anche quella di essere un ottimo inibitore contro il colesterolo e i trigliceridi all’interno del sangue e grazie a ciò aiuta anche a dare sollievo a coloro i quali soffrono anche di pressione alta. Ricerche e studi approfonditi hanno dato certezza che la cannella sia capace anche di regolare la glicemia postprandiale, sia in pazienti con un peso nella norma sia in persone obese. In alcuni paesi, la cannella viene utilizzata anche per alleviare i problemi mestruali, per curare stati febbrili, per risolvere dei problemi intestinali causati dal freddo, avendo questa un effetto riscaldante. Anche l’olio essenziale di cannella ha degli effetti benefici, infatti, esso ha una funzione antimicotica. Molto importante è sapere che la cannella ha la capacità di rallentare il progredire di una malattia molto pericolosa come il morbo di Parkinson ed è in grado anche di inibire il morbo di Alzheimer. Ovviamente, come per ogni alimento, l’ingestione eccessiva può causare problemi alla salute.




COMMENTI SULL' ARTICOLO