cicoria catalogna








Generalità

Iniziamo questo articolo facendo una descrizione dettagliata sulla cicoria in generale.

Il termine generico cicoria, identifica un gruppo di piante erbacee che appartengono alla famiglia delle “ Asteraceae”, del genere “ Cichorium”.

Nel linguaggio di tutti i giorni, la specie che si associa al termine cicoria, è quella Intibus, conosciuta meglio con il nome di cicoria catalogna, oppure cicoria comune, ma questa non è la sola ed unica specie del genere “Cichorium”, che vine impiegata nell'alimentazione umana, infatti anche l'indivia, la scarola e l'indivia belga, fanno parte di questo gruppo erbaceo.

Per quanto riguarda la cicoria Intibus, possiamo distinguere moltissime varietà ed anche sottospecie, che possono nascere sia spontaneamente che coltivate, e possono essere inoltre molto differenti tra loro dal punto di vista morfologico quindi estetico, infatti le foglie presenti, si distinguono non solo per dimensione, ma anche per colore, e queste si suddividono in due gruppi, la cicoria da foglia, e quella da radice.

Il terreno adatto per la crescita della cicoria, deve essere fertile, molto profondo e lavorato a sufficienza.

Il letto per la semina di questa pianta a foglie verdi, deve essere preparato nel periodo primaverile, a differenza di quello per il radicchi, che va lavorato nel mese di maggio e luglio.

Un metodo molto efficace, è quello di trapiantare piantine già cresciute in vivaio, basta solo distanziarle di circa 25 centimetri l'una dall'altra.

Per quanto riguarda l'irrigazione della cicoria, per ottenere un prodotto sano, occorre non bagnare le foglie e la raccolta deve avvenire al completo raggiungimento delle dimensioni esatte in base alla varietà della pianta.

cicoria catalogna

Giara media Forbidden Apple Yankee Candle

Prezzo: in offerta su Amazon a: 24,9€


Descrizione

cicoria catalognaLa cicoria catalogna, detta anche cicoria asparago, si presenta esteticamente di colore verde con cespo a costa con altezza variabile e il suo sapore è tendenzialmente amarognolo anche in base alla varietà.

In ambito gastronomico,le diverse tipologie di questo alimento, si distinguono anche per la forma delle foglie e per la struttura del cespo.

La cicoria catalogna ha un fogliame liscio e molto stretto e viene chiamata anche “brindisina” o “pugliese”, mentre la cicoria asparago con foglie frastagliate prende il nome di “abruzzese” ed ancora quella con foglie molto larghe ed interne è di “Chioggia”.

La varietà di cicoria catalogna che viene raccolta in inverno, si presenta con germogli di colore bianco e molto croccanti al palato, ed il ceppo è compatto, e viene detta anche “ Galatina” o volgarmente detta “puntarelle”, perché somigliante più ad uno asparago rispetto alle altre tante varietà.

Il raccolto di questa cicoria, catalogna o asparago viene fatto nel periodo autunno-inverno.

Le diverse varietà di cicoria asparago e di quella catalogna, possono essere destinate a moltissime preparazioni culinarie differenti tra loro.

Della varietà “Galatina” ad esempio si mangiano le puntarelle più tenere crude, mentre degli altri tipi, come ad esempio la “Brindisina” e quella di “Chioggia”, devono essere necessariamente bollite prima del consumo.

Per cuocere in modo corretto la cicoria catalogna, dovete seguire questi semplici passaggi:

1 Bollite la verdura in abbondante acqua con o senza l;'aggiunta di sale e limone a seconda dei gusti

2 Tagliate ed eliminate il fondo del cespo, per circa 4 centimetri di lunghezza

3 Lavarla accuratamente

4 Separare la parte prevalentemente ramosa da quella con le foglie

5 Tagliare e mantenere sempre separati, le due porzioni delle coste in pezzi di circa 5 o 10 centimetri

6 Sbollentare le coste tagliate in pezzi per il tempo che occorre a farle intenerire e molto più rapidamente anche le foglie

7 Scolate in uno scolapasta o colino

8 Servire al naturale, oppure saltare in padella con olio extra vergine di oliva ed aglio intero e se gradite aggiustate di sale fino e spolverate di pepe nero.


  • acqua L'acqua è l'elemento essenziale alla vita sulla terra, e come tutti sanno senza di essa non sarebbe possibile nella sul nostro pianeta. Viene definito un composto chimico, tra i più semplici che esist...
  • soia La soia, scritto anche soja è una pianta erbacea definita dalla botanica con il nome di Glycine max che fa parte della famiglia Fabaceae mentre per altre classificazioni è una Leguminosa. La sua origi...
  • la regione del douro Il Porto è un vino prodotto con uve selezionate nella valle del Douro nel nord est del Portogallo, che subisce un particolare processo di vinificazione, con il taglio effettuato nel mosto fermentato p...
  • Penne ai peperoni I peperoni sono un ortaggio facente parte di una vasta famiglia, quella delle Solinaceae, con numerosissime varietà che vanno dai piccoli peperoncini piccanti fino ai grandi peperoni utilizzati in mol...

Muesli to Go - Tazza Termica per Cereali da Viaggio, con Scomparto Refrigerante per Yogurt/Latte e Cucchiaio Incluso. Colore: Arancione

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,99€


cicoria catalogna: Caratteristiche nutrizionali

cicoria catalognaLa cicoria catalogna e quella asparago vanta, anche se con lieve efficacia, caratteristiche lassative e fitoterapiche, in virtù del buon quantitativo di fibra presente, e modula anche in maniera efficace l'indice glicemico del pasto, riducendo anche i livelli di colesterolo nel sangue e stimolando la secrezione digestiva ed aiuta a favorire la diuresi.

Per quanto riguarda il contenuto calorico di questo alimento, possiamo dire che è decisamente ridotto, grazie all'elevata quantità di acqua presente in esso.

Anche le vitamine in particolar modo quelle antiossidanti, hanno un posto di rilievo, cosi come i sali minerali, il potassio ma soprattutto il calcio, utile per la crescita e la prevenzione dell'osteoporosi.

Grazie a questi valori nutrizionali importanti, la cicoria catalogna si presta benissimo per tutti i regimi alimentari, contribuendo alla copertura del fabbisogno giornaliero non solo di fibre e vitamine, ma anche di antiossidanti a sali minerali.

Il consumo della cicoria catalogna o asparago, almeno due volte alla settimana, è consigliato dai nutrizionisti e dietologi, grazie ai suoi numerosi benefici.



COMMENTI SULL' ARTICOLO