dentice








Introduzione e benefici

Possiamo considerare il pesce dentice, un alimento molto raffinato, sia dal punto visto del gusto particolare, sia per le sue caratteristiche organolettiche ed anche nutrizionali che lo distinguono da altre specie.

Essendo un pesce che ama il clima temperato, il pesce dentice è facile da catturare nel nostro paese specie nel Salento.

Questo animale appartiene al gruppo delle Teleostei della famiglia Dentice ( Mari temperati o caldi), la carne di questo pesce essendo molto pregiata è famosa specialmente per il suo sapore inconfondibile ed estremamente delicato, oltre ad essere un alimento altamente digeribile che contiene pochissime calorie ma molti nutrienti.

In Italia si può trovare nel Mar Mediterraneo, oppure nell’Oceano Atlantico Orientale e le sue dimensioni possono essere abbastanza grandi.

In commercio si può trovare sia fresco al banco del pesce, oppure nei frigorifere dei supermercati surgelato.

Per un quantitativo di 100 grammi di questo pesce, abbiamo circa 86 chilo- calorie ed il 76% della sua parte edibile è costituita prettamente di acqua.

Per quanta riguarda il resto dei nutrienti, possiamo dire che il dentice contiene sempre per un quantitativo di 100 grammi 16,7 grammi di proteine, mentre i lipidi sono presenti per 3,5 grammi.

Il dentice è ricchissimo di acidi grassi polinsaturi che appartengono alla famiglia degli omega 3, ovvero i grassi buoni, e già sappiamo quanto questi siamo importanti per la nostra salute.

Non essendo noi in grado di sintetizzarli da soli, dobbiamo per forza di cose introdurli tramite la dieta di tutti i giorni, ed appunto il pesce in generale ha sempre un alto contenuto di questi grassi essenziali, per cui consigliamo il consumo almeno due o tre volte la settimana.

Questi acidi si trovano nella membrana cellulare, ed hanno effetti positivi importanti sulla nostra salute, infatti grazie ad essi, si possono prevenire malattie cardiovascolari, anche se numerosi studi hanno affermato anche qualità benefiche per malattie neurovegetative, e molte altre funzioni del nostro organismo.

I sali minerali presenti nel dentice, occupano un posto di rilievo, specialmente per quel che riguarda il fosforo ed il calcio e la vitamina A.

Grazie a tutti questi benefici che abbiamo appena citato, il pesce dentice può essere consumato da tutti, anche da chi segue una dieta per il controllo del peso corporeo, dai bambini ed anche dalle donne in gravidanza.

Nel periodo di dolce attesa, la mamma necessita ancora di più di un consumo regolare e costante di pesce in generale.

Per una cottura impeccabile dal sapore inconfondibile, vi consigliamo di cucinare il dentice al forno.

Dentice

Dentice Stemma, Stemma Di Famiglia E Nome storia – Tre Stampa Combo – Italia Origine

Prezzo: in offerta su Amazon a: 41,24€


Ricetta con pomodorini

denticeCome prima cosa dovete pulire il pesce facendo un taglio netto sotto la pancia partendo dall'orifizio, e dopo con le mani estraete tutte le interiora, passando poi alle branchie.

Terminato questo passaggio, lavate accuratamente sotto abbondante acqua corrente sia nelle branchie che nella pancia, per eliminare eventuali residui di sangue e viscere.

Procedete asciugando bene il pesce con della carta ed aggiustate di sale fino oppure grosso la carne dentro la pancia, unendo anche pepe nero macinato fresco ed altre spezie a vostro gradimento.

Ora prendete una teglia di medie dimensioni oppure grandi in base al quantitativo di pesce che avete a vostra disposizione ed ungete con olio di oliva extravergine il fondo.

Nel passaggio seguente, dopo aver lavato accuratamente i pomodorini ed averli divisi in quattro parti, realizzo un letto, sopra il quale andrò a posare il pesce precedentemente lavorato e condito.

Ora unite nuovamente un altro cucchiaio di olio di oliva extravergine ed mettete a cuocere in forno o preriscaldato a 180 per circa trenta minuti.

A metà cottura, aggiungete una o due volte un po di vino bianco da tavola secco.

Una volta ben cotto, impiattate servendo in tavola delle porzioni di circa 200 grammi, accompagnando il dentice con delle verdure oppure ortaggi freschi di stagione a vostro gradimento.

Vi consigliamo in coso vogliate variare la ricetta, di realizzare un letto di patate tagliate finemente al posto dei pomodorini pachino, in modo tale da servire sulle vostre tavole un piatto unico completo.

Potete servire il dentice con del buon vino bianco dal retrogusto fruttato, oppure un delicatissimo rosato.


  • acqua L'acqua è l'elemento essenziale alla vita sulla terra, e come tutti sanno senza di essa non sarebbe possibile nella sul nostro pianeta. Viene definito un composto chimico, tra i più semplici che esist...
  • soia La soia, scritto anche soja è una pianta erbacea definita dalla botanica con il nome di Glycine max che fa parte della famiglia Fabaceae mentre per altre classificazioni è una Leguminosa. La sua origi...
  • la regione del douro Il Porto è un vino prodotto con uve selezionate nella valle del Douro nel nord est del Portogallo, che subisce un particolare processo di vinificazione, con il taglio effettuato nel mosto fermentato p...
  • Penne ai peperoni I peperoni sono un ortaggio facente parte di una vasta famiglia, quella delle Solinaceae, con numerosissime varietà che vanno dai piccoli peperoncini piccanti fino ai grandi peperoni utilizzati in mol...

Dentice Stemma, Stemma Di Famiglia E Nome storia 11 x 17 ritratto di scorrimento Celebration – Italia Origine

Prezzo: in offerta su Amazon a: 29,46€


dentice: Ricetta al sale

denticeIniziate la ricetta seguendo le istruzioni sopra indicate, ovvero pulire il pesce dalle interiora e branchie e lavarlo accuratamente sotto abbondante acqua corrente.

Procedete mettendo nella pancia del dentice qualche fettina sottile di limone e di rosmarino, dopo cospargetelo in maniera uniforme di sale grosso ed infornate per circa 25- 30 minuti fino a quando la crosta di sale non si sarà rotta, ad una temperatura non superiore ai 180 gradi.

Una volta ben cotto, impiattate il pesce servendolo con delle verdure ed ortaggi freschi di stagione a vostro gradimento ed unite sopra un po di olio di oliva extravergine a crudo.

Servite in tavola con del buon vino bianco dai sapori fruttati.



COMMENTI SULL' ARTICOLO