piselli surgelati








Introduzione

I primi studi sull'ibridazione e sulla trasmissione dei caratteri, vennero fatti da Mendel proprio a partire dai piselli, formulando in seguito le “ leggi della genetica” ancora oggi valide nel mondo della scienza.

L'importanza di questo alimento non riguarda solamente la genetica, ma anche il vasto mondo culinario, dove sembrano avere avuto un grandissimo successo nelle tavole italiane, non solo per il oro sapore dolciastro e molto delicato, ma anche per i valori nutrizionali che contiene e tutte le sue proprietà terapiche.

Ora faremo una descrizione molto dettagliata di questo legume, soffermandoci in particolar modo alla botanica fitoterapica e nutrizionale.

Le origini di tutti i legumi provengono dal Neolitico intorno al 7.000 a.C. ed i piselli in particolar modo hanno origini indiane, anche se questa resta ancora oggi una ipotesi da verificare.

Oggi la pianta di questo legume viene coltivata in Asia e nei paesi del mediterraneo, principalmente per la nutrizione umana, anche se il loro erbaio viene adoperato come foraggio.

Piselli surgelati

Cesti Huaxiong acciaio inossidabile Mini friggitrice Food- rotonda profonda Coppa alimentari Basket Design - Ideale per risciacquo e proteso pasta, tagliatelle, e frutta o cuocere a vapore, Par ebollizione e verdure Bianchitore in acqua o brodo - patatine fritte, patate e altri ad alto contenuto calorico Alimenti (Uno)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11€


Botanica

Piselli surgelati In ambito botanico, la pianta dei piselli era già conosciuta sin dalla metà del 700 con il nome di “Pisum Sativum” la cui nomenclatura venne stabilita da Carl Von Linnè, ovvero un noto naturalista di origini svedesi al quale si deve oggi la classificazione scientifica di tutti gli organismi viventi.

La famiglia alla quale appartengono i piselli si chiama Fabaceae ovvero leguminose o papilionacee, ed è la stessa dei fagioli, delle lenticchie, dei lupini e delle fave, che hanno tutte quante in comune il baccello.

La pianta del pisello è annuale, glabra ed erbacea e si presenta esteticamente con un unico stelo molto fragile perché sottilissimo, con una altezza che varia dai 30 centimetri fino ad arrivare ai 3 metri.

In base alle sue dimensioni ed anche alle caratteristiche morfologiche della pianta, si possono distinguere tre tipi di piselli: quelli nani, quelli rampicanti ed i semi rampicanti.

La radice di questa pianta è fittonante ed è in grado di raggiungere anche gli ottanta centimetri di profondità, scavando nel terreno per nutrirsi di sali minerali e di acqua.

Per quanto riguarda le foglie, queste sono composte e pennate e nella parte terminale è possibile notare un viticcio. In base alla specie, i fiori possono assumere una colorazione differente, infatti alcuni possono essere bianchi, altri rossi, altri ancora viola, ma accomunati dalla forma peduncolare e dal fatto che si trovano tutti quanti riuniti in grappoli.

Ogni baccello racchiude dentro di se un numero molto variabile di semi ed anche questi a loro volta si differenziano per forma, colore e dimensione.

La maggior parte dei piselli vengono coltivati per essere destinati all'alimentazione e la loro forma si presenta molto tondeggiante, ma quando i semi sono molto serrati dentro il loro frutto, possono assumere una forma cuboidale.

La principale differenza tra i piselli è proprio la forma e a tal proposito possiamo distinguere quelli lisci da quelli invece grinzosi, per via del differente quantitativo di carboidrati presenti in essi.

Per quanto riguarda i piselli lisci, la varietà è tale perché costituita principalmente dalla presenza di amido, mentre quelli grinzosi sono ricchi di zuccheri solubili oltre all'amido.

Questi ultimi a differenza degli altri, sono molto più teneri a maturazione completa e molto più dolci al palato.

Naturalmente le varietà di piselli sono diverse, tutte molto apprezzate specialmente in ambito culinario.

In alcune specie di piselli è possibile consumare anche il baccello e questi vengono chiamati “ piselli mangiatutto oppure taccole” ed all'interno di essi si possono trovare i semi ancora allo stadi embrionale.


  • acqua L'acqua è l'elemento essenziale alla vita sulla terra, e come tutti sanno senza di essa non sarebbe possibile nella sul nostro pianeta. Viene definito un composto chimico, tra i più semplici che esist...
  • soia La soia, scritto anche soja è una pianta erbacea definita dalla botanica con il nome di Glycine max che fa parte della famiglia Fabaceae mentre per altre classificazioni è una Leguminosa. La sua origi...
  • la regione del douro Il Porto è un vino prodotto con uve selezionate nella valle del Douro nel nord est del Portogallo, che subisce un particolare processo di vinificazione, con il taglio effettuato nel mosto fermentato p...
  • Penne ai peperoni I peperoni sono un ortaggio facente parte di una vasta famiglia, quella delle Solinaceae, con numerosissime varietà che vanno dai piccoli peperoncini piccanti fino ai grandi peperoni utilizzati in mol...

Mini Guitar Blue Oyster cult Buck Dharma Groviera display

Prezzo: in offerta su Amazon a: 31,69€


piselli surgelati: Descrizione

Piselli surgelati I piselli surgelati sono il prodotto refrigerato precedentemente raccolto e pulito.

Con questo alimento si possono realizzare numerosi piatti in cucina, dai primi caldi alle minestre, alle vellutate e molto altro ancora.

Di certo un piatto realizzato con i piselli freschi ha un altro sapore al palato ed anche le caratteristiche nutrizionali non sono le stesse.

Con il processo di refrigerazione infatti, alcuni elementi fondamentali vengono alterati, ma non completamente eliminati.

I piselli surgelati si possono adoperare i cucina anche direttamente freddi senza doverli per forza scongelare, per la preparazione di zuppe ad esempio, oppure di minestroni.

Se volete realizzare una vellutata di piselli, oppure adoperali come condimento di pasta riso vi consigliamo di scongelarli prima di cuocerli.

Per la vellutata basta mettere a cuocere il frutto in abbondante acqua con tutti gli odori a vostro gradimento, ed una volta pronti, con un frullatore ad immersione realizzare un composto liscio e denso privo di grumi.

Potete aggiungere se lo gradite anche del buon parmigiano reggiano grattugiato.



COMMENTI SULL' ARTICOLO