starna








Introduzione

La strana è un uccello di piccole dimensioni ma con una corporatura molto robusta.

Esteticamente si presenta con un becco tozzo e arcuato verso il basso, mentre la coda e le ali sono corte ed arrotondate.

In entrambi i sessi il piumaggio non cambia, infatti da questo non è possibile riconoscere il maschio dalla femmina, perché il colore nei fianchi è castano bruno, mentre il petto è di colore grigio vermicolato e la coda tendente al rosso.

Il becco della strana sia maschile che femminile insieme alle zampe sono di colore grigio chiaro.

Il maschio presenta nella parte bassa del petto una macchia di colore marrone molto larga che assomiglia ad un ferro di cavallo, mentre nella femmina è possibile trovarla ma molto meno estesa o in certi casi del tutto assente.

Si è in grado di individuare il sesso della starna una volta avvistato da sotto proprio per la presenza di questa macchia e per la colorazione generale del corpo grigiastra.

Se vi capita di avvistare questo uccello ad una distanza elevata, è molto facile confonderlo con delle specie affini come la Pernice Surda, la pernice Rossa, ed il Coturnice.

La strana ha una lunghezza che varia tra i 28 centimetri fino ad un massimo di 32, per una peso che si aggira intorno ai 290-500 grammi circa.

Questo uccello fa parte della specie polipitica e la sua distribuzione nel territorio è prevalentemente euroasiatica, anche se agli inizi del novecento è stata introdotta anche in Canada e negli Stati Uniti settentrionali per scopi esclusivamente venatori.

Nella parte euroasiatica si possono avvistare tre tipi diversi di specie del genere Perdix ed ognuna di esse è tipica di un distinto areale geografico specifico: P. Durice che si trova nelle steppe della Momgolia ed un Russia, poi abbiamo P. Hodgsonia, ed è tipica della Cina, Nepal e dell'India, mentre in Europa troviamo la specie P. Perdix.

Nella specie Perdix sono riconosciute ben sette sottospecie anch'esse geograficamente tipiche e sono:

P.p Hispanienis tipica dei monti Pirenei e della posrzione settentrionale della penisola iberica

P.p Sphagneturume tipica dell'Olanda e della Germania nord occidentale

P.p Lucida tipica della Finlandia ed dell'Europa orientale

P.p Armoricana tipica della Bretagna, Normandia e Francia centrale

P.p Canescens tipica della Turchia, del Caucaso e Iran ed anche della zona transcaucasica

P.p Perdix tipica della scandinavia e delle isole britanniche ed Europa centrale fini ad arrivare ai Balcani

P.p Robusta tipica del fiume Ural fino alla Siberia nord occidentale

Diversi ricercatori e studiosi di questa specie di volatile, hanno riconosciuto una sottospeci anche in Italia molto piccola, tipica delle regioni centro europee.

Starna

Di Arti della Stampa dell'Oggetto D'antiquariato di Colore dell'Asia della Starna C1910

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,4€
(Risparmi 13,4€)


Aspetto morfologico

starnaLe vere origini della strana sono delle steppe fredde, l'Italia centrale ed i Balcani, infatti questi luoghi sono l'areale meridionale dove sono più presenti.

Diversi studi condotti su strane del centro Europa hanno dimostrato che una temperatura oltre i 22 gradi, incentiva la mortalità dei pulcini fino all'80%.

Nel nostro paese questo uccello si trova in continuo decremento che dura ormai da quasi 50 anni.

I principali motivi del declino di questa specie sono riscontrabili con l'aumento della superficie agricola coltivata a monocoltura intensiva specialmente nelle zone pianeggianti, nell'abbandono dei terreni agricoli in collina ed anche in montagna.

La strana più cospicua vive prevalentemente nei zone al nord e nell'Appennino centro settentrionale.

In base ad un censimento svolto circa 20 anni fa, è stato possibile stimare un quantità di starne pari a 15000 o 16000 esemplari, da suddividere in ben 14 sotto popolazioni.

Per scopi cinofili queste sotto popolazioni vengono mantenute in equilibrio con continui ripopolamenti.

La strana è un animale prettamente stanziale e gregario e le dimensioni del gruppo variano in base alla stagione, per esempio nel periodo estivo per razionalizzare le risorse alimentari scarse, si possono suddividere in piu gruppi familiari, tanto da comporre delle brigate di oltre 30 uccelli.

Il volo di questa specie di uccello è veloce e radente con brevi planate e battiti molto veloci.

Durante il volo, la starna pone le ali in modo arcuato e nel mese di febbraio inizia la stagione pre-riproduttiva, dove si formano le coppie e sciolgono le brigate di cui parlavamo sopra del periodo invernale.

Da questo momento in poi inizia una attività intensa dove si va formandosi anche una fortissima territorialità.


  • acqua L'acqua è l'elemento essenziale alla vita sulla terra, e come tutti sanno senza di essa non sarebbe possibile nella sul nostro pianeta. Viene definito un composto chimico, tra i più semplici che esist...
  • soia La soia, scritto anche soja è una pianta erbacea definita dalla botanica con il nome di Glycine max che fa parte della famiglia Fabaceae mentre per altre classificazioni è una Leguminosa. La sua origi...
  • la regione del douro Il Porto è un vino prodotto con uve selezionate nella valle del Douro nel nord est del Portogallo, che subisce un particolare processo di vinificazione, con il taglio effettuato nel mosto fermentato p...
  • Penne ai peperoni I peperoni sono un ortaggio facente parte di una vasta famiglia, quella delle Solinaceae, con numerosissime varietà che vanno dai piccoli peperoncini piccanti fino ai grandi peperoni utilizzati in mol...

OdsanArt 30,48 cm x 38,1 cm Arti & Mestieri natura morta 'due conigli un starna Carniere e polvere Pallone' da Jean-Baptiste-Simeon Arte stampe di Chardin fine di alta qualità su tela

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,29€
(Risparmi 0,03€)


starna: In cucina

starna La strana in ambito culinario trova ampio impiego, specialmente tra coloro che amano la cacciagione ed i sapori forti.

Se volete assaporare le starne ripiene di funghi, basta avere a disposizione un etto di funghi per ogni starna che avete, poi della pancetta, sale, pepe ed aglio.

Una volta pulito l'uccello e ben lavato sia dentro che fuori e tolte tutte le interiora, si tagliano a striscioline i funghi e la pancetta e si saltano i in padella con olio di oliva extravergine, aglio, sale fino e pepe per circa dieci minuti.

Una volta pronto il ripieno si inserisce nella pancia della stana e si mette a cuocere in forno preriscaldato a 150 gradi per circa un'ora. Prima di infornare, chiudete accuratamente con ago e filo alimentare la cacciagione.

Servire in tavola ben caldo con del buon vino rosso dai sapori fruttati.

Se volete completare la pietanza, vi consigliamo di accompagnare questo piatto di carne con del buon pane nero dai sapori di una volta.



COMMENTI SULL' ARTICOLO