uva








Descrizione

In questo paragrafo, spiegheremo cosa sia realmente l'uva.

Questo frutto, è una infruttescenza, cioè un raggruppamento di più frutti, che comunemente chiamiamo grappoli.

Il grappolo è formato da un graspo o anche detto “raspo” e da moltissimi acini detti anche chicchi o più propriamente bacche.

Le bacche solitamente sono di taglia piccola e di colore verde chiaro, oppure verde tendente al giallo o al dorato, nel caso di uva bianca, mentre se parliamo di uva nera, le bacche si presentano di colore rosa, oppure viola o violetto tendente al blu.

Il raspo o rachide è l'asse centrale che forma il grappolo che a sua volta si ramifica in racimoli e quindi in pedicelli che producono inizialmente i fiori, ed in seguito i frutti che daranno poi vita agli acini.

Sembrerebbe che la lista delle proprietà medicamentose di cui si avvale questo frutto, sia lunga tanto quanto sono le sue varietà.

Grazie alle sue tante proprietà nutrizionali e chimiche, l'uva viene impiegata anche nel settore cosmetico e fitoterapico, oltre a quello alimentare.

Uva

STAMPO IN SILICONE PER USO ARTIGIANALE 3 GRAPPOLI UVA

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,99€


Proprietà

Uva Se prendiamo in considerazione l'uva e la sua importanza nel campo fitoterapico, basta semplicemente paragonare ogni sua singola foglia ed ogni suo singolo acino ad una mini-farmacia.

L'uva è un frutto molto dissetante e purificante e nello stesso tempo anche molto nutriente, molto energetica e ricchissima di virtù terapeutiche.

In questo frutto, è presente un elevato quantitativo di zuccheri non adatto a soggetti legati a problemi di diabete, ne tanto meno per l'alimentazione dei bambini al di sotto di quattro anni di eta, perché la buccia che riveste ogni singola bacca contiene cellulosa, e potrebbe rallentare la digestione.

In generale, l'uva viene impiegata nelle manifestazioni cliniche e funzionali del sistema venoso, come ad esempio la fragilità capillare, le emorroidi o più semplicemente insufficienza venosa degli arti inferiori, ma anche per il trattamento della flebite o come rimedio naturale per le emorragie, grazie alle sue proprietà astringenti e per i disturbi legati alla menopausa.

Se si adopera la linfa fresca, questa può essere di aiuto per trattare verruche e porri, ma deve essere ben diluita.

Ora citiamo più dettagliatamente tutte le proprietà terapeutiche associate ad ogni singolo componente chimico.

Nelle foglie di vite, sono presenti gli antocianosidi che svolgono una attività angioprotettrice , infatti questi, diminuiscono la permeabilità dei capillari e ne aumentano la resistenza, inoltre nelle foglie, si trovano anche i proantocianidoli, che sono in grado sia di rafforzare l'attività angioprotettrice, sia di favorire un de potenziamento pressorio.

Le procuianidine, ovvero i tannini contenute nelle foglie sono in grado di esercitare un effetto antimutogeno collegato all'attività antiossidante, utile per la prevenzione dell'invecchiamento della cute e per le patologie a carattere cronico degenerativo.

L'olio di vinaccioli, è ricco di acidi grassi polinsaturi e per questo esercita una funzione lassativa e lubrificante. Questo si può utilizzare al posto dell'olio di mandorle dolci per uso esterno grazie alle sue proprietà emollienti, e se questo viene associato alle proprietà delle foglie di cui abbiamo parlato sopra, svolge un'azione vaso protettrice, donando elasticità alla pelle.

Il resveratrolo, è composto da stilbenico e si trova in particolar modo nella radice della vite. Questa sostanza è utilissima nella prevenzione delle malattie cardiovascolari, poiché è in grado di mantenere fluido il sangue, diminuendo il rischio di eventuale comparsa di piastrine.

Inoltre, esercita una funzione antiinfiammatoria ed ipercolesterolemizzante.

I sali minerali presenti nell'uva, sono molto utili per la formazione di emoglobina e per stimolare la secrezione della bile e favorire in questo modo la digestione.


  • acqua L'acqua è l'elemento essenziale alla vita sulla terra, e come tutti sanno senza di essa non sarebbe possibile nella sul nostro pianeta. Viene definito un composto chimico, tra i più semplici che esist...
  • soia La soia, scritto anche soja è una pianta erbacea definita dalla botanica con il nome di Glycine max che fa parte della famiglia Fabaceae mentre per altre classificazioni è una Leguminosa. La sua origi...
  • la regione del douro Il Porto è un vino prodotto con uve selezionate nella valle del Douro nel nord est del Portogallo, che subisce un particolare processo di vinificazione, con il taglio effettuato nel mosto fermentato p...
  • Penne ai peperoni I peperoni sono un ortaggio facente parte di una vasta famiglia, quella delle Solinaceae, con numerosissime varietà che vanno dai piccoli peperoncini piccanti fino ai grandi peperoni utilizzati in mol...

Semi D'uva Olio - 1 Litro - 100% Puro

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,95€


Dieta dell'uva

uva Questo regime alimentare, è molto utile per depurare l'organismo dalle tossine e dalle scorie in eccesso ed è anche utile per contrastare la formazione della cellulite e la ritenzione idrica.

Per seguire questa dieta, o questa cura, dovete assicurarvi, che l'uva abbia raggiunto il giusto grado di maturazione e questa può essere effettuata con succo di uva che deve essere sempre molto fresco, compreso di buccia e semi.

L'obiettivo di chi assume o vuole assumere la dieta dell'uva, è quello di disintossicare l'organismo e raccomandiamo che questa venga fatta solo per due o tre giorni, ma può essere ripetuta due volte in un mese.

Per chi soffre di ulcera, è sconsigliata la cura dell'uva, ma anche per soggetti affetti da colon irritabile, ipertensione arteriosa, diabete e disfunzioni renali.

Quello che c'è da tenere sempre conto, è che questo frutto dalle tante proprietà, non è miracoloso e non lo si deve considerare come la panacea di tutti i mali.

Se associate l'assunzione di uva insieme ad uno stile di vita sano e regolare, questa è un ottimo coadiuvante per attenuare diversi problemi di svariata natura.

Una porzione al giorno pari a 100 grammi complessivi di buccia, è la dose giornaliera raccomandata.




COMMENTI SULL' ARTICOLO