coltelli da cucina








Storia

Il coltello in generale, è un utensile che viene adoperato a mano per il taglio di diverse cose e il termine deriva dal latino “ Cultellus”, un diminutivo di “ Culter”, ovvero coltello dell'aratro.

Questo attrezzo è costituito da una lama ed una punta con uno o più bordi molto affilati che si uniscono ad un manico che può essere realizzato con diversi materiali.

Sin dall'età della pietra, le lame venivano utilizzate non solo come utensili, ma anche come armi, infatti gli antropologi, ritengono che il coltello, sia stato uno dei primissimi oggetti realizzati dall'uomo per la propria sopravvivenza.

Le lame all'origine venivano realizzate mediante la lavorazione di ossidiana e di selce, dopo essere stata scheggiata e ben levigata ad un bordo spesso composte da un manico.

Nel corso del tempo, con la scoperta della fusione e della metallurgia, le lame vennero sostituite inizialmente con il rame, dopo con il bronzo, il ferro fino ad arrivare all'acciaio.

Il materiale delle lame come avete visto è cambiato nel corso del tempo, ma la forma base del coltello, possiamo dire che è rimasta sempre la stessa.

Il coltello, con la forchetta ed il cucchiaio, sono degli utensili comuni nel mondo occidentale, specialmente nel periodo del Medioevo.

La maggior parte delle lame utilizzate nei giorni nostri, sono impiegate in cucina ed i coltelli con multi-lama tascabili e a serramanico, sono facilmente trasportabili tanto da essere disponibili ovunque.

Per quanto riguarda il coltello come arma, non sappiamo ancora di preciso il periodo della nascita, ma una lama è disponibile ad ogni singolo militare di qualunque esercito.

Per coltello da cucina, si intende qualsiasi coltello che viene impiegato per la realizzazione di cibi e pietanze in generale.

Moltissime ricette possono essere preparate con tanti robot da cucina o attrezzi differenti, anche se gli chef, preferiscono avere a disposizione un notevole quantitativo di coltelli molto differenti tra loro per le più svariate operazioni da seguire.

I coltelli da cucina possono essere realizzati con moltissimi materiali, al fine di adattarsi in modo migliore alla funzione da svolgere, ma la maggior parte sono realizzate in acciaio.

Coltelli da cucina

Aicok Coltello da Chef in Acciaio Inox Con Iama Affilatissima Con Impugnatura Ergonomica 8 pollici

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,12€
(Risparmi 4,87€)


Fabbricazione

Coltelli da cucina Le lame di acciaio dei coltelli, vengono realizzati attraverso la forgiatura e stampaggio a caldo, ed i coltelli vengono prodotti attraverso delle fasi lavorativi con moltissimi processi, molto spesso anche con la lavorazione a mano.

Il primo processo da compiere è riscaldare ad elevate temperature l'acciaio sotto forma di polvere, oppure solido, ripetendo su di esso dei continui colpi, fino a quando non sarà diventato rovente, attraverso un maglio che servirà poi a dargli la forma.

Una volta realizzata la lama, questa viene riscaldata ulteriormente a temperature molto elevate, anche a seconda della lega che è stata impiegata per la realizzazione, dopo immediatamente raffreddata tramite delle macchine apposite, che forniscono una giusta tempra e resistenza.

Terminate queste fasi, la lama viene affilata e lucidata e dovete sapere inoltre, che i coltelli da cucina realizzati mediante la forgiatura, sono più spesse e pesanti, rispetto a quelli che vengono realizzati con lame a stampo.

Nello stampaggio a caldo, attraverso grandi pezzi di acciaio incrudito, vengono tagliati direttamente i coltelli e questi a sua volta vengono trattati con il calore, in modo tale da migliorare la resistenza, per poi essere smerigliati, affilati e lucidati.

Gli chef non amano particolarmente questi tipi di coltelli, anche se moltissime aziende che producono coltelli da cucina, realizzano questi attraverso lo stampaggio delle lame.


    Tescoma 862020 Sonic Coltello Bistecca, 10 cm, 6 Pezzi

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,37€


    coltelli da cucina: Varietà di coltelli

    Coltelli da cucina I coltelli variano a seconda non solo del materiale con il quale vengono realizzati, ma anche a seconda della punta, infatti potete trovare coltelli con la punta rotonda, con la punta squadrata e alla francese.

    Tendenzialmente i coltelli da cucina hanno una forma curva che tende ad assottigliarsi vicino alla punta, oppure possono essere dritti per tutta la loro lunghezza.

    La lama varia da liscia, detta anche “pulita” a seghettata.

    Moltissimi hanno la punta triangolare, oppure detta a zampa di pecora e sono quelli alla francese, quelli con la punta rotonda sono predisposti per il taglio lungo.

    I coltelli dalla lama seghettata, si presentano con un profilo leggermente ondulato, proprio come le seghe e le dentellature, fanno in modo da facilitare il taglio di alimenti molto duri nella parte esterna, ma morbidi internamente come ad esempio il pane, oppure i pomodori e molti altri cibi ancora.

    Il coltello dalla lama seghettata, ha un taglio migliore rispetto a quelli dalla lama pulita e richiedono di essere affilati molto meno, addirittura alcuni modelli non la richiedono proprio.

    Il costo dei coltelli dalla lama seghettata è nettamente più altro di quelli con la lama liscia e questo proprio per la loro migliore affilatura.

    Possiamo dire infine, che la scelta del coltello giusto è molto importante e soprattutto, va rispettata la loro funzione.



    COMMENTI SULL' ARTICOLO