le lasagne








Le lasagne

La storia delle lasagne č antichissima.

Le lasagne, anche se in forma decisamente diversa da come noi le conosciamo, rappresentano sicuramente una delle prime testimonianze dell'uso alimentare della pasta, infatti il termine stesso, lasagne, deriva dal greco laganoz dal quale deriva a sua volta il latino ląganum, termine che indica una striscia sottile, ottenuta impastando la farina e cotta in acqua.

Queste strisce (losanghe) di pasta venivano poi usate per accompagnare le portate principali del pasto.

Naturalmente per avere le classiche lasagne alla bolognese, uno dei piatti italiani pił famoso al mondo (per rendere l'idea, insieme alla pasta e alla pizza, non esiste un termine che traduca in altre lingue questo piatto) occorrerą aspettare diversi secoli, la scoperta delle americhe, e la diffusione del pomodoro.

Piatto ricco e laborioso, il cui rituale viene tramandato ancora oggi in terra Emiliana, era destinato alla tavola del giorno di festa. Alle donne di casa spettava il compito di tirare la sfoglia ad arte, e quindi iniziavano a tirare a mano la sfoglia di pasta all'uovo il giorno prima, poi si procedeva alla cottura del ragł, un ricco condimento a base di carne e odori, poi la foglia andava sbollentata in acqua, passaggio molto delicato perchč occorreva fare attenzione a non fare attaccare tra di loro i ritagli di pasta. Una volta scolata la sfoglia e fatta raffreddare si procedeva all'assemblaggio dei vari strati alternati di pasta, sugo e formaggio, e il tutto veniva passato in forno.

E' facile capire come questo rituale si ripetesse in occasione delle festivitą e delle riunioni familiari, diventando un vero e proprio simbolo di intimitą e raccoglimento del focolaio domestico.

Ai giorni nostri resiste ancora la tradizione di preparare le lasagne con il metodo classico descritto, e risiede nelle sapienti mani delle "sfogline", donne specializzate nella stesura della pasta a mano, perchč solo la sfoglia stesa pazientemente a mano con il matterello di legno presenta la giusta trama, ruvida e porosa al tempo stesso, per assorbire e trattenere ad arte il sugo. Culla di questa antica tradizione č la regione Emilia Romagna.

Fortunatamente ai nostri giorni non occorre essere sfogline provette per assaporare un piatto di lasagne perchč oltre alla sfoglia fresca gią pronta che si trova nei laboratori e pastifici artigianali, ma anche nella grande distribuzione, l'industria alimentare ci mette a disposizione qualcosa di veramente rivoluzionario, delle sfoglie di pasta all'uovo secche da tenere comodamente a disposizione in dispensa, la cui praticitą risiede soprattutto nel fatto di poter andare direttamente in forno con il condimento senza cottura preventiva.

lasagne alla bolognese

Fackelmann Soft Collection Paletta per Lasagne, Nylon, Nero

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13€


Lasagne classiche: il ragł

  • battuto per il ragł
  • rosolatura carne ragł
  • aggiungo il pomodoro al ragł
Come accennato precedentemente la pił classica delle ricette č quella delle lasagne alla bolognese.

Per realizzarle occorre in primo luogo preparare il sugo, il classico ragł alla bolognese.

Per il ragł alla bolognese occorreranno:

300 grammi di carne di manzo macinata (o carne mista di manzo e maiale in base ai gusti)

150 grammi di pancetta distesa

1 carota

1 costa di sedano

1 cipolla

300 grammi di salsa di pomodoro

mezzo bicchiere di vino bianco (o rosso)

1 bicchiere di latte intero

un po' di brodo per allungare il sugo

Sale

Pepe nero

Per la realizzazione del ragł preparare un battuto con la pancetta, la cipolla, la carota e il sedano. Lasciare appassire il tutto con goccio d'olio in un tegame dal fondo spesso, meglio se di coccio. Aggiungere la carne macinata e lasciare soffriggere mescolando fino a quando la sentiremo sfrigolare. Aggiungere il vino e fare evaporare.

Aggiungiamo anche la salsa di pomodoro e allunghiamo con un po' di brodo.

Il ragł deve cuocere circa un paio d'ore, ma č possibile accelerare i tempi usando una pentola a pressione, in questo caso basteranno 40 minuti a partire dal fischio.

Unica accortezza nel cado in cui decidiamo di preparare le lasagne con la sfoglia secca č quella di lasciare il ragł non troppo denso, sarą proprio l'umiditą presente nel condimento che consentirą la buona cottura, e di conseguenza la buona riuscita delle nostre lasagne.

  • Tagliare i carciofi Ingredienti per lasagne ai carciofi:320 g di lasagne5 carciofi medi150 g di provola100 g di parmigiano grattugiato500 ml di besciamella fluida1 spicchio d'aglio4 cucchiai di olio di oliv...
  • tirare la pasta La lasagna č un piatto di origine molto antica, e compare per la prima volta in forma scritta nel 230 d.C. nel “De re coquinaria” (L’arte culinaria) di Apicio, il pił importante libro di cucina scritt...
  • parmigiana La parmigiana di melanzane che al nord viene chiamata melanzane alla parmigiana e in tutta Italia solo parmigiana č uno dei piatti pił tradizionali di casa nostra, cucinato in tutta la penisola e anch...
  • lasagne al forno Le gustosissime lasagne hanno una grande tradizione alle spalle e si possono trovare tracce di ricette che le descrivono gią ai tempi dell'antica Roma, infatti sono citate nel libro "L'arte culinaria"...

Sanelli Premana Spatola Lasagne, Verde

Prezzo: in offerta su Amazon a: 30,28€
(Risparmi 1,72€)


La besciamella

  • aggiungo la farina al burro
  • aggiungo il latte
  • lascio la besciamella fluida
Analogamente a quanto detto per il sugo di carne, anche per la besciamella vale lo stesso discorso, affinchč la sfoglia cuocia in maniera adeguata direttamente nel forno dovremo preparare una besciamella leggermente pił fluida rispetto alla classica, per fare questo sarą sufficiente ridurre la quantitą di farina e burro da 50 grammi a 40 grammi.

Dosi per la besciamella:

500 millilitri di latte parzialmente scremato

40 grammi di farina 00

40 grammi di burro

sale e noce moscata

Iniziamo scaldando il latte senza portarlo ad ebollizione.

In un altro pentolino facciamo sciogliere il burro senza farlo friggere, quando sarą completamente sciolto togliamo dal fuoco e aggiungiamo la farina mescolando energicamente con una frusta, un cucchiaio o una forchetta, cercando di fare attenzione a facendo in modo che tutta la farina venga assorbita dal burro, rimettiamo sul fuoco e aggiungiamo il latte continuando a mescolare, la besciamella sarą pronta un attimo prima di prendere il bollore. Aggiungiamo il sale e la noce moscata


Assemblaggio

  • fondo di ragł e besciamella
  • dispongo le sfoglie
  • alterno strati di ragł e sfoglie
Per assemblare le lasagne prendiamo una teglia dai bordi alti e iniziamo coprendo il fondo in maniera piuttosto uniforme con la besciamella e un po' di ragł. Disponiamo le sfoglie cercando di sovrapporle leggermente e ricopriamo ancora con uno strato di ragł e la besciamella. A questo punto aggiungiamo del parmigiano grattugiato e, se piace, anche della mozzarella. Continuiamo con gli strati fino ad esaurimento del condimento.

E' importante ricordare che l'ultimo strato deve essere ben ricoperto di sugo.

Infornare a 200° per circa 20 minuti.


Varianti

Oltre alla versione bolognese esistono altre versioni classiche regionale, perchč naturalmente ogni territorio ha elaborato la ricetta in base alle proprie tradizione e ai prodotti locali.

Per citare un esempio molto tipico nel napoletano č usanza preparare le lasagne per il martedģ grasso, e probabilmente in vista della lunga quaresima che inizia (un tempo periodo di austeritą alimentare), č abitudine condire le lasagne in maniera esagerata, con ricotta, polpette, salame etc, quasi a "fare le scorte" per arrivare alla Pasqua senza soffrire troppo delle privazioni che la quaresima richiede.

Le lasagne classiche, come tutti i piatti della tradizione, sono un piatto ricco, potremmo tranquillamente definirlo piatto unico, un piatto che sicuramente era adatto alla tavola di chi lavorava nei campi, un piatto che oggigiorno va consumato in maniera oculata soprattutto in virtł di uno stile di vita sedentario, che ci porta a passare molte ore della giornata seduti alla scrivania, o in macchina. Anche per questo motivo il concetto di "lasagne" č stato notevolmente rivisitato, per venire incontro a nuovi stili di vita, ma anche nuove tendenze e mode.

Girando per locali e ristoranti, o semplicemente sfogliando le riviste di cucina, facilmente ci capiterą d'imbatterci con delle lasagne bianche (preparate senza pomodoro e con vari condimenti), lasagne vegetariane (bianche o rosse ma a base di verdure, senza aggiunta di carne), lasagne di pesce e addirittura lasagne dolci.

In generale quindi con il termine lasagne si definisce qualsiasi cosa venga servito "a strati".


Lasagne bianche

Si caratterizzano per l'assenza di salsa pomodoro, e possono essere a base di verdura e carne o solo di verdura.

Necessitano comunque di besciamella per poter essere cotte in forno.

Una variante interessante si ha con l'uso di funghi trifolati, salsiccia sbriciolata e scamorza.

Se invece si desidera una variante completamente vegetariana si puņ preparare un ragł vegetale con sedano, carota, cipolla, zucchine e peperoni, con o senza pomodoro, e procedere come avviene nella preparazione classica.


Lasagne fredde

Se invece di desidera provare una versione originale e adatta anche alla bella stagione, ecco qualche consiglio per evitare di accendere il forno.

Punto forte di queste preparazioni č che non dovendo passare il forno č possibile evitare l'aggiunta di besciamella, abbattendo considerevolmente le calorie. Naturalmente in questo caso le sfoglie di pasta devono essere sbollentate in acqua salata e fatte raffreddare.

Lasagne "capresi":

si ottengono alternando sfoglie di pasta sbollentare (se si usano quelle secche, dopo averle sbollentate, tagliatele a metą) a fette di mozzarella e fette di pomodoro condite con un filo di pesto fresco preparato al momento.

Lasagne fredde light:

analoghe alla versione caprese, si ottengono sostituendo il pomodoro con verdure grigliate.

L'eventuale aggiunta anche di una manciata di frutta secca, come ad esempio i pinoli o le mandorle preventivamente tostata, arricchisce il piatto di omega3 rendendolo perfettamente bilanciato e adatto anche chi vole fare attenzione alla linea.


le lasagne: Lasagne fredde con pesce fritto

lasagne fredde con pesce L'ultima interpretazione che proponiamo č una lasagna fredda di pesce.

Ingredienti per 4 persone:

4 filetti di pesce (platessa, orata, etc)

6 sfoglie di pasta secca per lasagne

200 grammi di pomodorini

una manciata di capperi

una manciata di olive

mezzo bicchiere di vino bianco

scorza di limone facoltativa

Lessate le sfoglie e lasciatele raffreddare su un canovaccio.

Tagliare i filetti in 2 parti cercando di pareggiarli e tenendo da parte eventuali ritagli e dopo averli infarinati friggeteli in olio caldo.

Scolare e salare leggermente.

In una padella scaldare 2-3 cucchiai d'olio extravergine d'oliva e aggiungere i pomodorini tagliati a spicchi ed eventuali ritagli di pesce avanzati, quando il sughetto prende calore, aggiungere i capperi e le olive denocciolate e tagliuzzate grossolanamente. Quando inizia ad asciugarsi aggiungere il vino e lascare cuocere ancora un paio di minuti.

Assemblare le lasagne direttamente nei piatti da portata disponendo un pezzo di sfoglia, un filetto di pesce e un cucchiaio di sugo, procedere con un altro quadrato di sfoglia, ancora pesce e ancora sughetto. Finire con un quadrato di sfoglia e il sughetto e, se non siete a dieta, un giro d'olio a crudo.



COMMENTI SULL' ARTICOLO