cavolfiore








cavolfiore

Il cavolfiore è un ortaggio appartenente alla specie delle Brassica Oleracea. E' formato da una radice e da una testa che a sua volta è formata sa tanti piccoli "fiori". Originariamente non esisteva in Italia e pare che i veneziani dopo averlo importato dall'isola di Cipro l'abbiano introdotto in Italia. Ci sono alcune versioni della storia del cavolfiore che dicono che provenga invece dall'Asia. Il suo gusto dolce lo rende adatto a molte ricette che vanno dagli antipasti ai secondi piatti. Il cavolfiore si coltiva ormai quasi tutto l'anno, ma per questo motivo ne esistono di diverse varietà. I cavolfiori migliorui sono quelli che si raccolgono in inverno. Si piantano a maggio e la raccolta avviene ad ottobre. Sono cavolfiori " di prima mano" e precedono quelli che raccolgono tra novembre e dicembre ed allietano molte tavole nel periodo natalizio con ricettine gustose ed insalate di rinforzo. A marzo si possono raccogliere i cavolfiori piantati tra fine maggio e metà giugno.Il cavolfiore esiste anche di diverse specie. Ci sono cavolfiori dalle foglie verdi e cime bianche e cavolfiori totalmente verdi. I cavolfiori di Macerata sono noti per essere totalmente verdi. Ne esistono di diverse specie, forme e colori, ma i principi nutritivi sono gli stessi. Il cavolfiore è noto per il cattivo odore rilasciato durante la cottura. Se bollito rilascia maggiormente cattivo odore, ma i metodi della nonna raccomandano di aggiungere in pentola insieme al cavolfiore una mollica di pane imbevuta con dell'aceto. Altri metodi sono quello di posizionare in prossimità della pentola una tazzina piena di aceto, aggiungere un bicchiere di latte all'acqua di cottura o aggiungere dei capperi.

cavolfiore

Cavolfiore artificiale, bianco-verde, 10,5 cm, Ø 18 cm - Ortaggio artificiale / Verdura decorativa - artplants

Prezzo: in offerta su Amazon a: 21,9€


Proprietà del cavolfiore

cavolfiore verde Il cavolfiore ha delle proprietà nutritive considerevoli : è ricco di vitamine, sali minerali, calcio, potassio, ferro, fosforo ed acido folico. Il cavolfiore è molto indicato per la dieta in quanto in 100 grammi di cavolfiore ci sono solo 25 calorie. Oltre ad essere poco calorico aiuta a donare quel senso di sazietà che occorre a chi sta seguendo una dieta. Il cavolfiore è un ottimo strumento depurativo. E' antiossidante, antibatterico e antinfiammatorio. Contiene infatti molte vitamine ed aiuta a rafforzare le nostre difese immunitarie. Sono molti gli studi condotti sul cavolfiore e sui benefici dati dal sui consumo ( soprattutto se consumato crudo o in succo). Aiuta anche a combattere lo scorbuto, il cancro, il diabete e il colesterolo. Non è necessario però che se ne consumino grandi quantità ogni giorno, perché per chi è affetto da disturbi intestinali o al colon potrebbe diventare nocivo.

  • La minestra di cavolfiore La minestra di cavolfiore è un piatto caldo delicato e sostanzioso, ottimo in inverno per riscaldare il corpo ma molto buono anche riposato in estate, per un piatto benefico. Di preparazione semplice,...
  • Minestra di cavolfiore La minestra di cavolfiore è un piatto tipicamente invernale dal sapore ricco e nostrano. E' un piatto a base di cavolfiore e patate arricchito da un profumo di soffritto di aglio, carote, sedano e cip...
  • Il cavolfiore con patate Il cavolfiore con le patate è un contorno perfetto per i pesci grassi e le carni bianche, ma per la ricchezza dei suoi elementi nutritivi può essere servito anche come secondo piatto, in particolare p...
  • Il cavolfiore al forno Il cavolfiore al forno è un piatto che accompagna molto bene come contorno le carni di selvaggina, non troppo strutturate. I gusti marcati ma delicati dovrebbero essere le migliori per questo abbiname...

Deglon 6741235-C, Coltello da cavolfiore, in acciaio INOX e ABS, 35 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 39,84€
(Risparmi 7,88€)


Ricette cavolfiore

cavolfiori frittiIl cavolfiore è possibile trovarlo quasi tutto l'anno ed è quindi utilizzabile come alimento di base per zuppe, risotti, frittelle, minestre e gateau al forno. Ci sono alcune ricette con le quali potete eliminare l'odore di cavolfiore che si propaga velocemente per tutta la casa. Se li fate fritti, per esempio, potete scegliere di cucinarli in modo alternativo rispetto alla solita minestrina o alla pasta e aggiungerlo a degli antipasti sfizioso. Per preparare il cavolfiore fritto potete procedere in due modi diversi. Potete lavare e tagliare tutte le cime. Cuocete le cime a vapore. Dopo che saranno cotte passatele nell'uovo e poi nella farina. friggetele fino a dorarle. Per il secondo modo utilizzate il pangrattato e impanate le cime cotte a vapore come per una cotoletta: prima le passate nell'uovo e poi nel pangrattato. Cuocete in una padella con olio di oliva facendo rosolare da tutte le parti.


Cavolfiori gratinati

I cavolfiori gratinati sono un'ottima cena che può benissimo sostituire un secondo di carne o pesce o , se volete, lo possono accompagnare. Per preparare i cavolfiori gratinati alla besciamella occorre :

1 cavolfiore

200 ml di besciamella

60 grammi di parmigiano grattuggiato

una noce di burro

olio

sale

Per prima cosa si sbollentano i cavolfiori dopo averli privati delle foglie verdi. Le cimette cotte si mettono poi in una pirofila che avrete imburrato. Salate ed aggiungete un filo di olio. Coprite con la besciamella e spolverate con parmigiano grattugiato. Cuocete in forno per 10/15 minuti a 180° C. Se volete potete anche aggiungere altri ingredienti come prosciutto o salame o pancetta a cubetti per arricchire il gusto dei vostri cavolfiori.


Pasta al forno con cavolfiori

Se volete preparare una pasta saporita senza rinunciare al gusto delle verdure potete optare per la pasta al forno con cavolfiori. Lavate il cavolfiore e tagliatelo in tanti piccoli pezzi. In una pentola mettete a rosolare l'aglio in olio di oliva e lasciatelo imbiondire. Tiratelo via ed aggiungete del peperoncino e i filetti di acciughe. Lasciate cuocere per qualche secondo ed aggiungete i pinoli e il cavolfiore. Coprite con acqua e lasciate che le cime del cavolfiore cuocendo diventino tenere. Mescolate di tanto in tanto e non preoccupatevi se il cavolfiore cambia colore assumendo il colore tipico del sughetto che si sta formando. Intanto cuocete la pasta e scolatela molto al dente. Aggiungetela al sugo con cavolfiori e aggiungete noce moscata e parmigiano grattugiato. Mettete tutto in una teglia da forno e spolverate con pangrattato. Coprite con qualche fiocco di burro ed infornate a 180 °C per una ventina di minuti.




COMMENTI SULL' ARTICOLO