marmellata di albicocche








Generalità

Le albicocche, sono dei frutti estivi molto ricchi di vitamine specialmente la vitamina A e quella C.

Per quanto riguarda il loro profilo botanico, queste sono delle drupe dell'albicocco, ovvero una pianta che appartiene alla famiglia delle Rosaceae, del genere Prunus, specie Armeniaca.

La nomenclatura binomiale di questo frutto è Prunus Armeniaca.

Questo frutto è presente nel nostro paese ma anche in tutta Europa da moltissimi millenni, grazie all'importazione da parte dei legionari Romani, ad anche agli scambi commerciali con l'Oriente.

Le origini delle albicocche sono asiatiche, tipicamente dello stato della Cina, anche se il termine “Armeniaca”, derivi da Armenia, ovvero il luogo sul quale venne scoperta inizialmente.

Per facilitare il raccolto di questo frutto, oggi viene moderata la crescita della pianta, che può raggiungere anche misure notevoli.

L'albero delle albicocche, è una pianta caduca, con il fogliame di colore verde, cuneiforme e seghettato.

I fiori presenti in primavera, ancora prima delle foglie, hanno i petali di colore bianco tendente al rosa, mentre i frutti, si presentano di colore giallo o arancione, talvolta con delle sfumature rosse.

La peluria che riveste il frutto, molto sottile, lo rende vellutato e le dimensioni di ogni singola albicocca, sono nettamente inferiori alle pesche, ma maggiori rispetto alle ciliegie, anche se appartengono allo stesso genere.

Le coltivazioni delle albicocche, sono le più delicate tra tutte quelle appartenenti alla categoria, perché manifesta una fioritura ed una produzione del frutto molto precoce, rispetto agli altri alberi del genere prunus.

Questa pianta predilige climi temperati tendenzialmente asciutti, infatti periodi particolarmente piovosi oppure aridi, compromettono il, frutto, causandone virus, muffe e batteri.

Le albicocche che troviamo in commercio, appartengono a moltissime varietà botaniche e tra le tante, quelle più conosciute sono: l'albicocca Pindos, albicocche Diavole, albicocche reali di Imola, albicocche Preole, albicocche Amabili Vecchioni, albicocche Valleggiana, ed albicocche Thyrintos.

Le albicocche di stagione fresche, si possono acquistare al banco della frutta nel primo periodo estivo, anche se potete trovarle tutto l'anno in forma conservata, come le albicocche disidratate, oppure quelle sciroppate, sotto forma di marmellata o confettura, gelatina e succhi di frutta.

La gelatina in particolar modo, rappresenta un ingrediente importante nella pasticceria del centro-nord europeo, mentre la mandorla di albicocche, come quella che si trova nella pesca, rappresenta un aromatizzante molto diffuso, anche se contiene acido cianidrico, ovvero una molecola molto nociva all'uomo anche in piccole dosi.

Marmellata di albicocche

St. Dalfour Rhapsodie De Frutta Marmellata Di Albicocche Spessa (284g) (Confezione da 2)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,55€


Valori nutrizionali

Marmellata di albicocche Il frutto fresco dell'albicocca, è un alimento ricchissimo di acqua, di sali minerali, vitamine e fibra, mentre il quantitativo energetico, che deriva principalmente dai glucidi semplici, è tra i più bassi di tutta la categoria.

Per quanto riguarda gli elettroliti, quello che ha un posto di maggior rilievo è il potassio, mentre per quanto riguarda le vitamine, spiccano quella A, il beta carotene e la vitamina C.

Il prodotto sciroppato non presenta le stesse quantità di vitamine, per il semplice fatto, che per la realizzazione di questo prodotto, le albicocche vengono cotte ed essendo immerse in succo concentrato di zucchero, hanno anche un valore energetico molto più elevato rispetto al prodotto fresco.

Le albicocche disidrata invece, hanno un valore nutrizionale molto più elevato, perché sono prive di acqua, ma generalmente non risultano essere addizionate con lo zucchero, invece impiegato nella realizzazione della frutta candita.

Alcuni produttori, impiegano additivi alimentari come i solfiti, al solo scopo di contrastare l'imbrunimento della frutta.


  • Marmellata di prugne Realizzare in casa la marmellata di prugne è veramente facile e divertente, infatti con pochissimi ingredienti porterete in tavola un dolce apprezzato sia dai grandi che dai bambini, ideale per la pri...
  • Marmellata di mele Oggi vi proponiamo la realizzazione della marmellata di mele miste fatta in casa, con l'aggiunta di zucchero di canna grezzo al post del classico bianco raffinato.La marmellata è un alimento molto a...
  • Marmellata di arance L'arancio che si adopera per la preparazione della marmellata, è quello dolce il più diffuso e conosciuto nel mondo, e proprio per questo, vengono coltivate moltissime varietà differenti.Il nostro p...
  • Marmellata di arance La ricetta di oggi, descrive in modo semplice ed efficace la preparazione della marmellata di arance, da realizzare in casa con l'aggiunta di pochissimi ingredienti genuini e salutari.Le arance gial...

Snocciolatore per ciliege e prugne - EASY

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,5€


marmellata di albicocche: Ricetta

Marmellata di albicocche Come abbiamo già citato sopra, si possono trovare in commercio anche le albicocche sotto forma di marmellata o confettura, oggi vi descriviamo come fare la marmellata di albicocche in casa in maniera molto semplice e veloce.

Come prima cosa, acquistate un chilo di albicocche fresche ed una volta a casa, lavatele accuratamente sotto abbondante acqua corrente, private ogni singolo frutto del nocciolo interno e dopo tagliuzzateli a pezzi non troppo sottili.

Ora prendete una pentola di grandi dimensioni ed aggiungete al suo interno il quantitativo di acqua pari a mezzo bicchiere.

Una volta terminati questi passaggi, mettete in pentola le albicocche lavorate in precedenza ed aggiungete circa 300 g di zucchero bianco, ma se volete potete utilizzare anche lo zucchero grezzo di canna. A vostro gradimento qualche goccia di limone.

Fate cuocere a fiamma bassa per circa un'ora, mescolando di tanto in tanto con un mestolo di legno.

Una volta che la vostra marmellata sarà pronta, trasferitela dalla pentola in un piatto fondo e fatela raffreddare per circa trenta minuti.

Trascorso il tempo necessario, imbarattolate il composto in un contenitore di vetro, assicurandovi di averlo chiuso ermeticamente.



COMMENTI SULL' ARTICOLO