spremiagrumi








Introduzione

Come dice la parola stessa, lo spremiagrumi, è un utensile che serve appunto spremere frutti ed agrumi, ed il concetto che esprime questo strumento è: “Arancia fresca al bicchiere in pochissimo tempo”.

Anticamente le nonne, erano abituate a fare le spremute di arancia per il loro nipoti, in quanto questo frutto, è ricchissimo di vitamina C, e berlo, era un ottima prevenzione per malanni tipicamente invernali.

Il materiale con il quale viene realizzato lo spremiagrumi, è quasi sempre di plastica, ma con il passare del tempo, moltissimi materiali alternativi sono stati introdotti per la fabbricazione, e si possono trovare in commercio, più o meno estetici e di arredo.

Ma come è strutturato lo spremiagrumi? Ora vedremo insieme tutte le parti che lo compongono.

Questo strumento da cucina, è composto da una parte superiore a forma di cono, che serve per posizionare il frutto che si intende spremere, e da una parte sottostante dove si trova il contenitore che raccoglie il succo.

Per ricavare una buona spremuta, dovete inizialmente dividere il frutto in due parti, per poi andarlo a spremere un pezzo alla volta sulla parte conica.

Il movimento da compiere è circolare e proprio grazie a questo, si friziona tutta la polpa dell'agrume.

Spesso si tende a fare moltissima pressione in questo movimento, ma è un errore da evitare, perché la parte bianca, quella che si trova vicinissima al frutto, dona alla bevanda un retrogusto amaro molto apprezzato.

Spremiagrumi

BLACK+DECKER CJ200-QS Spremiagrumi, 30 W, 500 ml

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,9€
(Risparmi 4€)


Modelli

SpremiagrumiPerché nasce lo spremi agrumi? Possiamo dire che l'esigenza era appunto sfruttare al massimo questi frutti e con il trascorrere del tempo, le tipologie di spremiagrumi sono aumentate anche se oggi in commercio, i principali strumenti sono tre.

Il primo è quello manuale che come dice la parola stessa si adopera mediante l'utilizzo delle mani dopo aver tagliato il frutto e che tutti noi conosciamo. Generalmente è composto dalla classica coppa rovesciata conica che serve per la spremitura ed il contenitore che raccoglie il succo e possono essere sia di plastica, per quelli più economici, che in vetro.

Con il trascorrere degli anni, per evitare la fatica dello spremere a mano, sono nati quelli elettrici e basta poggiare il frutto e fare una leggerissima pressione, che si innescherà il meccanismo elettrico, che farà in modo di fare girare l'agrume sotto le nostri mani.

Ci sono modelli più costosi, che hanno il doppio senso della spremitura, in modo da tale da raccogliere più succo possibile dal frutto.

Questo modello oggi è molto diffuso ed è presente in quasi tutte le famiglie, così da poter assaporare e gustare l'inconfondibile aroma degli agrumi appena spremuti.

Il secondo modello è lo strumento professionale, completamente automatico e viene adoperato principalmente nei bar e negli esercizi commerciali, dove il tempo è decisamente di primaria importanza.

Per adoperare lo spremiagrumi da bar, la sola cosa da fare è quella di inserire le arance e mettere sotto il bicchiere per raccogliere il succo, che si riempirà automaticamente.

Ci sono in commercio dei modelli molto simili a questo per la casa, ma il loro prezzo non è ancora alla portata di tutti.

Il terzo ed ultimo modello, molto difficile da reperire in commercio è lo spremiagrumi a pressione che non funziona elettronicamente.

Questo strumento si basa su un sistema di pressa, che oltre ad aiutare la spremitura dell'agrume, fa risparmiare molta energia.

Oggi lo spremiagrumi a pressione, è molto ricercato dai puristi, che vogliono in qualche modo evitare contaminazioni nei loro succhi.

Come abbiamo visto, in commercio sono disponibili spremiagrumi sia manuali che elettrici, ed i secondi, sono utili nel caso si devono realizzare moltissime spremute giornaliere.

  • mixer La cucina moderna, ma soprattutto i ritmi frenetici della nostra società, non lasciano molto spazio all'arte della cucina. Nella società precedente, specialmente quella patriarcale dove solo l'uomo la...
  • Pietra ollare La pietra ollare, prende anche il nome di pietra saponaria o gesso di Briacon.Questa è una roccia che somiglia alla giada, anche se il suo aspetto è molto più polveroso.Il suo colore principale e ...
  • Storia L'imbuto è uno strumento dalle origini antichissime, e il suo impiego è fatto esclusivamente per travasare i liquidi, oppure dei solidi sotto forma di granuli e la sua imboccatura è molto stretta.Pe...
  • Conservazione in salamoia La salamoia, è un metodo di conservazione che si realizza tramite una soluzione acquosa composta da sale da cucina e la sua concentrazione viene rilevata mediante uno strumento dal nome “densitometro ...

Bosch MCP3000 Spremi Agrumi Elettrico, Bianco

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,99€
(Risparmi 9,91€)


spremiagrumi: Benefici della spremuta di arance

SpremiagrumiIl succo di arancia ottenuto mediante la spremitura, ha moltissime proprietà nutritive benefiche per il nostro organismo.

Questa bevanda, è utilissima per il nostro apparato digerente, perché ha la capacità di regolare le funzioni dello stomaco, evitando in questa maniera complicazioni, come ad esempio le ulcere gastroduodenali. Per fare in modo che esso svolga le sua attività in questo caso specifico, bisogna assumere succo di arancia tra i pasti, ma senza accompagnarlo con altri cibi, perché solo in questa maniera risulterà efficace.

Evitando la cattiva digestione, aiuta anche il fegato a lavorare in maniera corretta, evitando gonfiori addominali e la fermentazioni di cibi ingeriti ed anche la riproduzione di bile nel caso di insufficienza.

Anche a livello intestinale la spremuta di arancia ha le sue capacita benefiche, specialmente in casi di stitichezza, dove l'intestino soffre molto ed una spremuta al giorno, è in gradi di regolare la funzionalità intestinale combattendo la pigrizia.

Riassumendo tutti questi benefici, possiamo dire in conclusione, che anche per quanto riguarda problemi di indigestione, la spremuta di arancia fa la sua parte, perché riesce ad eliminare tutti i residui intestinali che sono la principale causa di malessere.



COMMENTI SULL' ARTICOLO