limoncello sorrento








Limoncello di Sorrento

Quando si parla di limoncello si vuole indicare una bevanda dal gusto dolce analcolica, che si ricava mediante la macerazione in alcol etilico delle scorze di limone, ed eventualmente di altri frutti di agrumi, che viene successivamente miscelata con uno sciroppo a base di acqua e zucchero. I limone sono i frutti che si ricavano dalla pianta Citrus Limon, ovvero una pianta appartenente alla famiglia delle Rutaceae. Essi sono degli ottimi alleati del nostro sistema immunitario, ed inoltre favoriscono la digestione ed aiutano la nostra pelle a mantenere lucentezza e benessere. Un quantitativo pari a 100 grammi di questo alimento contiene solo 11 chilo-calorie, mentre 100 ml di succo solo 46 chilo-calorie. La sua composizione chimica è la seguente:

1. Acqua: 89,50 grammi

2. Carboidrati: 2,30 grammi

3. Zuccheri solubili: 2,30 grammi

4. Proteine: 0,6 grammi

5. Grassi: 0

6. Colesterolo: -

7: Fibre totali: 1,90 grammi

8. Sodio: 2 miriagrammi

9. Potassio: 140 miriagrammi

10. Ferro: 0,10 miriagrammi

11. Calcio: 14 miriagrammi

12. Fosforo: 11 miriagrammi

13. Vitamina B1: 0,04 miriagrammi

14. Vitamina B2: 0,01 miriagrammi

15. Vitamina B3: 0,30 miriagrammi

16. Vitamina C: 50 miriagrammi

Limoncello di Sorrento

Generico RICEVI 3 Strofinacci in Foto 85X55 CM, Tanti Modelli AR Pasta Italia Capri Limoncello Sorrento PEPERONCINI Capri Napoli Pasta Pizza E Omaggio Portachiavi AMULETO

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,9€


Descrizione

Per la preparazione del limoncello di Sorrento, si utilizza generalmente per l'infusione l'alcol etilico con una gradazione di almeno 90%. in esso vengono messe a macerare le scorzette, ovvero solo la parte gialla del frutto di 10 limoni per ogni litro di alcol. In base alle diverse ricette che vanta il nostro paese, varia il tempo di macerazione, ma tendenzialmente si aggira intorno ai 20 giorni, dopodiché nella fase successiva vine aggiunto lo sciroppo, nel quale le proporzioni sommarie sono di 700 grammi di zucchero per ogni litro di acqua. Il liquore a questo punto viene filtrato e successivamente imbottigliato in bottiglie di vetro e lasciato maturare. Di media dopo circa 30 giorni, la colorazione della bevanda inizia a prendere il classico colore giallo, ideale da assaporare come digestivo dopo i pasti. L'ingrediente fondamentale come abbiamo precedentemente citato sono i limoni che devono essere dalla forma ellittica, simmetrica e dalle dimensioni medio-grandi. Al loro interno sono presenti gli oli essenziali, che conferiscono alla bevanda la classica aroma decisa ed il suo gusto molto forte. In base alla tradizione questo liquore nasce agli inizi del 900 e la sua paternità è ancora oggi contesa tra i sorrentini, gli amalfitani ed i capresi. Molto rinomato è appunto il Limoncello di Sorrento, oppure lo sfusato amalfitano IGP o il limoncello di Procida. Grazie alla popolarità che tale bevanda ha riscossa nel nostro paese, che negli Stati Uniti hanno iniziato a produrlo, utilizzando i limoni della California, che equivalgono attualmente al 90% della produzione nazionale.

  • NOCINO Ad oggi sono ancora incerte le origini di questo liquore, ma la cosa che sappiamo è che ne esistono diverse versioni in moltissimi paese d'Europa dall'Italia fino ad arrivare in Inghilterra.Alcuni m...
  • Liquori I liquori che si possono trovare in commercio sono moltissimi, e possono essere sia aromatiche, che bacche oppure frutta.Ad esempio i liquori di albicocca si trovano sotto il nome di brandy albicoc...
  • SORBETTO AL LIMONE Il termine sorbetto e la sua provenienza hanno delle origini controverse, infatti molti studi fanno derivare questa parola dalla lingua araba che significa bevanda fresca (sherbeth), mentre altri insi...
  • Whiskey Con il termine Whiskey si vuole indicare un distillato alcolico che si ottiene mediante la fermentazione e distillazione seguente di diversi cereali. Esso viene fatto maturare in grandi botti che sono...

Generico RICEVI 3 Grembiuli Cucina in Foto 91X57 CM con Laccetti, Tanti Modelli Pasta Italia Capri Limoncello Sorrento PEPERONCINI E Omaggio Portachiavi AMULETO

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,9€


limoncello sorrento: Ricetta del limoncello

limoncelloLa preparazione del limoncello di Sorrento è semplice, ma allo stesso tempo meticolosa, infatti se osservata alla lettera, in soli 3 mesi di tempo, avrete realizzato un liquore dalla colorazione gialla pronto per essere gustato come digestivo a fine pasto, oppure come aperitivo prima di mangiare. I limoni devono avere la buccia gialla particolarmente rugosa, perché la tradizione vuole questo, una preparazione genuina arricchita solamente di acqua, alcol e zucchero. Esso è ideale a fine pasto consumato freddo, anche se molte persone amano assaporarlo a temperatura ambiente, magari unito con acqua tonica oppure con dello champagne. Ultimamente è di moda aggiungerlo sulla macedonia oppure sui gelati. Nella sua terra di origine il limoncello è il liquore di chiusura del pranzo e della cena, diventando nel tempo un vero e proprio rituale come il caffè. Per la preparazione dovete avere a disposizione i seguenti ingredienti:

1. 8 limoni IGP Sorrento

2. 1 litro di alcol

3. 1 litro di acqua

4. 700 grammi di zucchero semolato bianco

Procedimento:

1. Lavate accuratamente i limoni di Sorrento IGP e spazzolate la buccia

2. Sbucciate i limoni di Sorrento in maniera tale da impiegare solo la buccia

3. Prendete una brocca e versate al suo interno 700 ml di alcol

4. Inserite nella brocca le bucce di limone e lasciate in ammollo per circa 30 giorni in un luogo buio ed asciutto

5. Trascorsi i 30 giorni riprendete la brocca

6. Prendete un pentolino e ponetelo sul fuoco, aggiungetevi l'acqua, lo zucchero e fate scaldare senza portare ad ebollizione

7. Lasciate raffreddare lo sciroppo ottenuto e versatelo dentro la brocca con l'alcol, unendovi i restanti 300 ml di alcol

8. Dopo 40 giorni di riposo, prendete nuovamente la brocca e filtrate l'alcol così da eliminare le bucce ed imbottigliate il Limoncello di Sorrento.

Consigli:

Vi consigliamo di scegliere l'alcol di ottima qualità e solo limoni di Sorrento, poi dopo l'imbottigliamento riponete la bevanda in freezer e servitela ghiacciata a fine pasto.



COMMENTI SULL' ARTICOLO