tempeh








Descrizione

Il temph utilizzato principalmente dai vegetariani e vegani, sembra aver incuriosito negli ultimi tempi maggiori consumatori, anche se per la popolazione italiana, questo alimento resta ancora un vero e proprio mistero.

Come si utilizza in cucina il temph, e di cosa si tratta realmente, e poi quali sono le sue caratteristiche nutrizionali?

Il temph, molto diffuso in Indonesia e esteticamente dall'aspetto simile ad un panetto di consistenza solida, deriva da un ingrediente molto utilizzato in cucina per la preparazione di diversi piatti, ovvero la soia.

Questo alimento viene anche chiamato “tempè”, ovviamente nella forma linguistica italianizzata, ed è un derivato che si ricava dalla fermentazione della soia gialla.

Molti lo definiscono come carne di soia, grazie alla sua consistenza ed all'elevato contenuto di proteine.

Le sue origine sono del sud-est asiatico, e possiamo definirlo un parente del “tofu”, differente soltanto per il metodo di produzione.

Il temph si produce facendo fermentare i semi della soia gialla (legume), inizialmente facendoli ammorbidire, poi sminuzzandoli finemente e dopo scottandoli.

Tendenzialmente a questo prodotto viene aggiunto l'aceto, oppure il fungo “Rhizopus Oligosporus”, che serve a velocizzare la fermentazione, infatti grazie a questo ingrediente, avviene entro la 24 ore.

Per una adeguata conservazione, il temph viene messo in salamoia, permettendo all'alimento stesso di conservare in maniera adeguata tutte le sue caratteristiche nutrizionali della pianta di soia gialla.

Normalmente il temph viene consumato a fette, ma anche come ingrediente principale per la preparazione di numerose ricette.

Al palato risulta essere molto corposo, con un sapore gradevolmente intenso, oltre alla percezione di sentori di soia.

La fermentazione, conferisce a questo alimento un gusto molto simile alle noci fresche oppure ai funghi e ricorda inoltre da molto vicino il sapore della carne.

Il temph è un prodotto alimentare altamente digeribile ed aiuta a favorire il normale transito intestinale, grazie alle fibre contenuti in esso.

Temph

Final Touch rumtaster Rum vetro Tasting – Set in vetro curvo per fine Rhum Gr500

Prezzo: in offerta su Amazon a: 20,9€


Valori nutrizionali

Temph Se osserviamo il temph dal punto di vista della nutrizione, possiamo dire che questo alimento è molto equilibrato in tutti i suoi valori oltre ad essere molto completo.

Come abbiamo già citato, grazie al processo di fermentazione, le proteine della soia gialla sono molto digeribili e facilmente assimilabili dall'organismo.

Analizzando 100 g di questo alimento possiamo dichiarare che contiene 170 chilo-calorie, con ben 20 grammi di proteine, 6,5 di grassi e 6,5 di carboidrati.

Il temph inoltre, è molto ricco di omega 3, folati e sali minerali come il fosforo, il calcio, il potassio e per quanto riguarda il suo contenuto in vitamine, possiamo aggiungere che questo dipende molto dal processo fermentazione che vine impiegata.

Se la fermentazione avviene mediante l'impiego di agente fungineo, molto spesso la cultura contiene diversi batteri non pericolosi all'organismo, in grado di produrre la vitamina B12.

Grazie a questa sua particolarità ed anche ad altri aspetti importanti per la nostra nutrizione, il temph viene considerato un vero e proprio alimento miracoloso specie per i vegani, che non trovano questa vitamina in altri alimenti.

Nonostante quanto abbiamo appena citato, sono diverse le analisi condotte negli Stati Uniti ed anche in Europa ad affermare che il contenuto di vitamina B12 presente nel Temph, non sia sufficiente a ritenerlo un vero sostituto della carne, perché gran parte dei valori presenti, risentono molto del luogo di produzione, ma anche dal tipo di cultura che viene impiegata per la preparazione.

Se quanrto detto da un lato critica negativamente il temph, dall'altro dovete sapere che ha numerose capacita di contrastare l'elevarsi del colesterolo cattivo, grazie ai fitosteroli.


  • Temph Il temph è un alimento che deriva dalla soia e si tratta di un cibo che viene fermentato e proprio per il suo aspetto e per l'alto contenuto di proteine, spesso viene definito come “carne di soia”.Q...
  • Soia germogli I germogli di soglia, hanno origini molto antiche, infatti questi era noti già in Medio Oriente e sono ancora oggi l'ingrediente base di moltissime ricette.Essendo molto ricchi di sali minerali ed a...
  • Gelato di soia Ora faremo una descrizione in generale sulla pianta della soia, che essendo una leguminosa originaria dell'Asia orientale, viene coltivata solo per scopi alimentari.Esiste anche una specie che nasce...
  • veganesimo Il termine vegan è una parola inglese che indica le persone, le diete e le filosofie che ruotano intorno al veganesimo, una forma di vegetarianesimo puro. Fu utilizzata per la prima nel 1944 dai veget...

Bresaola I Love-Set di 4 sottobicchieri in legno con 1927

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,94€


tempeh: Impieghi in cucina

TemphCon il temph si possono realizzare moltissime piatti freddi, oppure introdurlo come ingredienti per la preparazione di gustose pietanze vegane, sia cotto che crudo.

Normalmente viene consumato in tavola crudo, tagliato a fette sottili, ma può anche essere cotto sulla piastra, in padella, oppure al vapore, accompagnato da salse piccanti o dolci, oppure nelle zuppe.

Molti amano consumare il temph fritto in olio di semi di soia, oppure accompagnato a contorni di verdure ed ortaggi freschi, o meglio ancora con insalate bollite.

Oltre a tutti questi impieghi, di certo non possiamo dimenticarci, che il temph vine molto spesso aggiunto a primi piatti di pasta oppure di riso e di legumi, per insaporire le pietanze.

Come abbiamo già detto, viene conservato in salamoia, ma una volta consumato una parte, il restante deve essere posto in frigorifero, e consumato entro e non oltre tre giorni.



COMMENTI SULL' ARTICOLO