soia germogli








Descrizione

I germogli di soglia, hanno origini molto antiche, infatti questi era noti già in Medio Oriente e sono ancora oggi l'ingrediente base di moltissime ricette.

Essendo molto ricchi di sali minerali ed anche di vitamine, i germogli della soia possono essere consumati sia crudi che cotti.

Questo alimento è un legume, con caratteristiche e proprietà molto differenti dai legumi comuni, come i fagioli, i ceci, le lenticchie ed altri ancora.

La soia di per se è ricca di proteine e di acqua, mentre il quantitativo di grassi è molto scarso.

Quando parliamo di germogli di soia, stiamo indicando la piantina piccola della soia, che appena nata, viene consumata come fosse una verdura oppure un ortaggio.

Tra le sue tante qualità, sembra essere considerata sin dai tempi antichi, una pianta medicamentosa, paragonabile in tutto e per tutto agli integratori naturali che aiutano il nostro organismo in tantissime funzioni, da quelle digestive fino a quelle ani-invecchiamento.

Sacchetto per latte vegetale - In omaggio e-book con ricette - latte di soia, mandorla, nocciola, smoothies, succhi di fruta e verdura, marmellate e germogli.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,5€


Proprietà

Soia germogli I germogli della soia, contengono altissime percentuali di lipidi e di grassi pari al 18% nel primo caso, e 37% nel secondo.

Gli zuccheri presenti sono solubili come il saccarosio (11%) e ci sono anche buone quantità di sali minerali come il potassio, il calcio ed il ferro, ed anche di fibre.

Questo alimento, come abbiamo già accennato sopra, è ipocalorico, quindi con uno scarso contenuto di calorie, infatti per 100 grammi di prodotto, si registrano solo 49 chilo-calorie.

Avendo delle caratteristiche organolettiche molto importanti, il consumo di questo alimento è in grado di mantenere bassi i livelli di colesterolo, grazie alla lecitina, che evita l'ispessimento delle parte arteriose, favorendo anche la fluidificazione del sangue.

Per quanto riguarda l'osteoporosi, le proteine della soia aiutano ad assorbire la vitamina D, un elemento molto importante per il rinforzo delle ossa, e proprio per questo, è consigliato il consumo alle donne nel periodo della menopausa, che soggette appunto ad osteoporosi.

Essendo ricchi di fibra, i germoglia di soia aiutano il transito intestinale e la sua regolarità anche in caso di diarrea.

Grazie all'azione contrastante verso il colesterolo, la soia è un alimento che consideriamo alleato contro i disturbi cardiovascolari, aiutando così il cuore a lavorare in modo migliore mantenendo elastiche le arterie.

La soia di per se accelera il metabolismo, quindi il suo consumo è indicato non solo per perdere peso, ma anche per mantenersi in forma.

Apportando numerosi estrogeni, la soia e' ideale per allontanare le vampate di calore tipiche nelle donne nel periodo della menopausa in questa particolare condizione fisica.

Un consumo giornaliero di germogli di soia inoltre, aiuta a contrastare la caduta libera dei capelli, da parte dell'ormone DHT, il principale responsabile di questo disagio.


  • acqua L'acqua è l'elemento essenziale alla vita sulla terra, e come tutti sanno senza di essa non sarebbe possibile nella sul nostro pianeta. Viene definito un composto chimico, tra i più semplici che esist...
  • soia La soia, scritto anche soja è una pianta erbacea definita dalla botanica con il nome di Glycine max che fa parte della famiglia Fabaceae mentre per altre classificazioni è una Leguminosa. La sua origi...
  • la regione del douro Il Porto è un vino prodotto con uve selezionate nella valle del Douro nel nord est del Portogallo, che subisce un particolare processo di vinificazione, con il taglio effettuato nel mosto fermentato p...
  • Penne ai peperoni I peperoni sono un ortaggio facente parte di una vasta famiglia, quella delle Solinaceae, con numerosissime varietà che vanno dai piccoli peperoncini piccanti fino ai grandi peperoni utilizzati in mol...

BLUE DRAGON germogli di soia 3 x 410g

Prezzo: in offerta su Amazon a: 21,86€


soia germogli: Controindicazioni e coltivazione in casa

Soia germogli Una volta acquistati i germogli di soia, si possono consumare anche crudi, ma solo se se ne conosce l'origine e la provenienza e si tratta di un alimento che deriva solo ed esclusivamente da agricoltura biologica.

I germogli di soia crudi purtroppo, possono essere facilitante contaminati da batteri, ed è preferibile prima del consumo, scottarli in acqua bollente anche solo per qualche minuto.

Dopo averli sterilizzati, si possono consumare insieme all'insalata come si farebbe con una normalissima verdura oppure ortaggio.

Generalmente si tratta di un alimento molto sano e ricco di proprietà benefiche al nostro organismo, come abbiamo già visto nella descrizione precedente, ma che può nascondere diverse piccole controindicazioni.

Assumere quantità molte elevate dei germogli di soia, potrebbe causare numerosi danni al nostro organismo, e proprio per questo, si consiglia un uso ponderato e non più di due volte alla settimana.

Avendo un'alta percentuale di acido “fitico”, si rischia un male assorbimento di ferro, magnesio e calcio, valori molto importanti per il corpo.

Allo stesso modo inoltre, sono dannosi per la salute anche gli isoflavoni, che si trovano nei germogli di soia in abbondanti quantità, perché potrebbero interferire con diverse funzioni, come ad esempio quelle della tiroide.

Se volte consumare i germoglia di soglia tutti i giorni, vi consigliamo un quantitativo non eccessivo, pari a 30 massimo 60 grammi.

Potete coltivare anche in casa i germogli di soia, e come prima cosa, dovette procurarvi il germogliatore, ovvero un contenitore di plastica che serve a contenere il terriccio con i semi.

Una volta acquistati i semi, prima di riporli nel germogliatore, dovete tenerli in ammollo per almeno una notte, per poi essere scolati l'indomani e dopo si procede mettendoli negli appositi ripiani che troverete in dotazione con il recipiente.

I semi per poter germogliare, necessitano di molta luce, ma non devono essere esposti direttamente al sole oppure a fonti di calore eccessivi.

Tendenzialmente i semi germogliano nell'arco di 24 ore o di qualche giorno, e attraverso uno spruzzino con l'acqua, dovete vaporizzarli due o tre volte al giorno.



COMMENTI SULL' ARTICOLO