Trippa

  Ricetta Italiana

  Viene servita come piatto unico
  Ricetta per 4 persone

  Costo 10 €

Tempo di preparazione
02:30:00
  Tempo di preparazione
00:30:00

  Tempo di cottura
02:00:00


  Tipo di cottura: lesso
Lista degli Ingredienti


  • 500 grammi di Tagli di carne grassa di vitellone
  • 4 cespi di sedano
  • 100 grammi di cipolle
  • 4 cespi di porri
  • 150 grammi di carote
  • 150 grammi di patate
  • 200 grammi di fagioli
  • 1 manciata di sale
  • 1 spolverata di pepe
  • 4 cucchiai di Olio extravergine
Valori Nutrizionali di una porzione:
  • 458Kcal
  • 29g di grassi
  • 29g colesterolo
  • 8g di fibre
  • 30g di proteine

Cos'è la trippa

Quando generalmente si parla di trippa si indica una zona dell'apparato digerente della mucca ed in particolare è un insieme di frattaglie derivate dai quattro stomaci del bovino: rumine, reticolo, omaso e abomaso. La trippa può essere anche di altri animali ma senza dubbio la trippa di bovino è quella più ampiamente diffusa e cucinata. Ogni stomaco della mucca può essere utilizzato a scopo culinario per produrre diverse tipologie di trippa, diverse per consistenza, sapore e qualità della carne.

ll rumine, la porzione dello stomaco bovino adibito alla digestione dell'erba, ha la forma di un grande sacco e una consistenza più liscia e viene chiamato generalmente trippa o trippa liscia ma può essere trovato in macelleria anche sotto le denominazioni di corcetta o croce, come pure sotto il nome di pancia o busecca. Il reticolo, caratterizzato invece da una consistenza più crespa e spugnosa, viene nominato beretta, cuffia, nido d'ape o sonetto. L'abomaso, chiamato in questo caso con il nome di riccia,frasame, lampredotto o frangiata, è il reale stomaco della mucca, quello dove avvengono tutti i processi di digestione.

Infine l'omaso è la porzione dello stomaco del bovino dal quale sono state prese le frattaglie utilizzate per la preparazione della trippa. Chiamato spesso anche con il nome di foiolo o con altri nomi che evocano il suo aspetto caratteristico datogli dalla moltitudine di lamelle che lo compongono, come millefogli, centopelli o libro.

Dal macellaio si può facilmente trovare la trippa bianca, già pulita e lavata dagli addetti ai lavori ma la trippa si può acquistare anche al supermercato poichè numerose aziende commercializzano trippa pulita e conservata. La trippa è un piatto molto diffuso e cucinato in tutte le regioni d'Italia. La trippa di foiolo della ricetta che vedremo di seguito è tipica della Lombardia e delle zone di Milano, Bergamo e Brescia.

Monge – Special Dog 12 confezioni da 400 g con Paté Trippa di manzo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 25€


Ricetta trippa di foiolo

  • lavare la trippa
  • lavare la verdura
  • scottatura della trippa
Il primo passo da compiere per cucinare la trippa di foiolo è prendere la carne e lavarla sotto un getto d'acqua costante. Lavate accuratamente la trippa e successivamente lavate anche le verdure ovvero sedano, porro, carote, verza e fagioli. Una volta lavate le verdure vanno asciugate leggermente e successivamente tagliate a cubetti.

Vediamo di seguito nel dettaglio come tagliare le diverse verdure.

  • Ricetta trippa La trippa è uno dei piatti della tradizione lombarda per eccellenza, un piatto popolare utilizzato un tempo per sfruttare anche quelle parti dell'animale non proprio nobili. La trippa infatti viene so...
  • Trippa alla romana La trippa è una alimento che si ricava dalle varie parti dello stomaco del bovino. La trippa è una pietanza tipica italiana, consumata e gustata soprattutto nella cucina milanese, romana e toscana. Es...
  • L’arte culinaria prevedere diversi tipi di cottura, come quella al forno, la frittura, la griglia, alimenti saltati in padella o ancora cibi bolliti e lessati. Prendiamo in esame le ultime due tipolog...
  • Sgombro bollito La ricetta di oggi, è un buonissimo secondo piatto di pesce ideale da servire sia in famiglia per la cena della domenica, sia con gli amici.Questo pesce dal sapore inconfondibile, si presta molto be...

Victorinox FIBROX Coltello Trippa manico 15 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 42,86€


Tagliare il sedano

  • taglio del sedano
  • sedano a dadini
  • sedano a dadini
Il sedano va tagliato partendo da un capo dell'ortaggio e procedendo col taglio a cubetti fini di tutto il sedano, utilizzando la tecnica del taglio a cubetti


Tagliare i porri

  • tagliare i porri
  • taglio dei porri
  • tagliare i porri per la trippa
Sempre con un taglio a cubetti deciso tagliamo i porri, partendo da un'estremità per tagliare tutti i porri


Tagliare le carote

  • taglio delle carote
  • come tagliare le carote
  • carote a cubetti
Procediamo tagliando anche le carote e per farlo, dopo aver tagliato la parte superiore della carota, la dividiamo in 2 sezioni con un taglio netto. Ogni sezione andrà poi suddivisa in quarti e ogni quarto dovrà essere tagliato a cubetti.


Tagliare la cipolla

  • taglio cipolla
  • come tagliare la cipolla
  • tagliare la cipolla
Per tagliare le cipolle come prima cosa dobbiamo sbucciarle, dopo di che le tagliamo a meta per poi tagliarle alla contadina prima in senso orizzontale e poi in senso verticale, in modo tale da sminuzzare la cipolla in tanti, finissimi cubetti


Tagliare le patate

Infine per concludere le verdure necessarie ad accompagnare la trippa nella bollitura, sbucciamo, puliamo e tagliamo le patate


Lavare i fagioli

Prendiamo i fagioli e li laviamo accuratamente dopo di che li facciamo lessare e scottare prima di lasciarli riposare. Se per la realizzazione della ricetta utilizzeremo dei fagioli già pronti non sarà ovviamente necessario eseguire la bollitura e la scottatura.


Scottatura della trippa

Dopo aver lavato accuratamente la trippa prendiamo una pentola e la riempiamo d'acqua. Mettiamo la pentola sul fornello e portiamo l'acqua ad ebollizione. Quando l'acqua bolla mettiamo la trippa nella pentola ed eseguiamo la scottatura, una sorta di pulizia pre-cottura che sfrutta la bollitura per migliorare la pulizia della trippa. Dopo aver fatto scottare la trippa per 20-25 minuti la scoliamo.


Soffriggere le verdure

soffritto di verdure per trippaMentre facciamo raffreddare la trippa nello scolapasta, all'interno del pentolone utilizzato per la scottatura della trippa, dopo un veloce risciacquo, aggiungiamo dell'olio e tutte le verdure tagliate precedentemente (carote, sedano, porri, patate e cipolla). Iniziamo a far soffriggere le verdure, girando il soffritto di tanto in tanto e aggiungendo dell'acqua (un bicchiere massimo) per fare amalgamare bene le verdure.






Aggiungere la trippa

  • aggiungere la trippa al soffritto
A questo punto possiamo aggiungere anche la trippa che avevamo precedentemente scolato e iniziare a cuocere il tutto.


Aggiungere l'acqua

Per fare amalgamare il soffritto e la trippa e per far cuocere il tutto aggiungiamo un litro d'acqua e mescoliamo per avere una cottura omogenea.


Mescolare, salare e aggiungere il pepe

  • mescolare trippa
  • salare la trippa
  • aggiungere il pepe
Dopo aver aggiunto l'acqua mescoliamo di tanto in tanto e saliamo aggiungendo una manciata di sale grosso. Aggiungiamo anche del pepe a sensazione per insaporire ulteriormente la nostra trippa.


Trippa: Lasciare bollire per due ore

La ricetta per la trippa è praticamente terminata, adesso dovrete solamente coprire la pentola e lasciare bollire a fuoco basso la trippa e le verdure. Bollite per un paio d'ore ricordandovi di mescolare di tanto in tanto ed eventualmente di aggiustare il sale. Una volta terminata la cottura potrete far raffreddare la trippa e servirla in una tazza da minestra.


Guarda il Video




COMMENTI SULL' ARTICOLO