aperol








L'Aperol

L'Aperol è un distillato aperitivo alcolico molto famoso in Italia, in particolare a Milano, utilizzato sia da solo che come base per numerosi cocktail e long drinks. Si tratta di un distillato di 11 gradi, in cui vengono infusi vari ingredienti per ottenere un sapore amarognolo con un fondo quasi dolce e l'inconfondibile colore arancio.
Aperol

Lacor 68601- Bottiglia per sifone, 1 l

Prezzo: in offerta su Amazon a: 38,87€


La storia dell'Aperol

Aperol L'Aperol è una creazione dei fratelli Barbieri, che lo inventarono ne 1919 per presentarlo alla Fiera Campionaria di Padova, la prima di una lunga serie.

L'aperitivo alcolico ebbe subito un notevole successo, e per questo i produttori mantennero sempre segreta la sua ricetta, non cambiandola mai. L'inconfondibile colore arancione fu subito identificato con l'Aperol, e i fratelli Barbieri investirono i primi proventi della vendita dell'alcolico in pubblicità, in modo da ingrandire subito la produzione. Ebbero vita così i primi poster, oggi diventati mitologici, e i primi cocktail a base di Aperol. In particolare, vista la sua bassa gradazione, la pubblicità mirava ad un pubblico femminile, e il colore arancione divenne molto comune nei bar del settentrione italiano. Dopo la guerra la pubblicità si intensificò anche grazie alla neonata televisione italiana e ai suoi caroselli. Tra i più famosi, quello di Tino Buazzelli, famoso attore dell'epoca.

Poi venne il famoso Spritz, trenta anni dopo. Oggi l'Aperol è consumato soprattutto per questo cocktail, che inizialmente prevedeva solo l'uso del vino bianco secco con la soda. Si trattava di un aperitivo classico nel Veneto, a cui furono aggiunti 4 cl di Aperol, al Prosecco classico della regione, e alla soda.

L'Aperol divenne ancora più famoso negli anni 80 con la pubblicità di Holly Higgins e il famoso slogan "Non so voi, ma io bevo Aperol". La bellissima attrice, all'epoca, fu protagonista di uno dei primi spot pubblicitari sensuali della televisione italiana, in minigonna, a cavallo di una moto. Il successo della pubblicità non fece altro che aumentare la fama ell'aperitivo.

Successivamente, nel 1991, l'azienda dei Fratelli Barbieri venne comprata dalla Barbero 1891, e quest'ultima divenne di proprietà della Campari alla fine del 2003. Furono questi gli anni dell'happy hour che lanciarono definitivamente lo Spritz come fenomeno di massa, tanto che la produzione dell'Aperol venne aperta anche in altri paesi, tra cui quelli teutonici. Ancora una pubblicità di grande impatto, nel 2008, portò l'Aperol ad essere conosciuto ovunque come ingrediente dello Spritz, e poi, nel 2010, fu la volta della pubblicità che ebbe come protagonista un famoso brano di Randy Crawford, Street life.

  • I peperoni sotto aceto I peperoni sotto aceto sono un contorno classico in Italia, prima sempre preparato in casa e oggi ad appannaggio dell'industria agroalimentare, che riesce a produrli a prezzi molto bassi. La loro real...
  • martini cocktail Per Martini si può intendere sia il famoso Vermouth, sia l'altrettanto famoso cocktail, dove di Martini ce n'è ben poco a dire la verità e deve il suo nome al fatto che fu pensato per essere versato n...
  • involtini di salmone Gli involtini di salmone sono un ottimo aperitivo per le vostre serate organizzate a buffet con gli amici per delle serate anche a base di solo vino e stuzzichini. Questi involtini infatti sono molto ...
  • Gli involtini di prosciutto crudo Gli involtini di prosciutto crudo sono un perfetto antipasto per le feste e i party all'aperto ma possono essere utilizzati anche come un secondo leggero ed estivo per chi non ha voglia di esagerare c...

Vintage Beers, vini e alcolici Aperol 250 gsm lucido arte della riproduzione A3 poster

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,35€


La ricetta segreta e la miscelazione

Aperol Come abbiamo già detto, la ricetta dell'Aperol è segreta, e si può soltanto intuire qualche ingrediente della sua composizione. Sicuramente la base è l'alcol puro e allungato con acqua, per abbassarne la gradazione. Poi vi sono sicuramente l'arancia e il rabarbaro. Vi sono poi altre erbe e radici aromatizzanti, la cui quantità e natura è sconosciuta. Tra le curiosità da segnalare, c'è anche una versione a 15 gradi di alcol, destinata solo al pubblico tedesco, che richiede una potenza alcolica maggiore rispetto a quello italiano.


aperol: Lo Spritz e altri cocktails

Spritz Lo Spritz è certamente il cocktail che ha reso celebre l'Aperol in tutto il mondo, inventato negli anni 50 del Novecento, da una derivazione dell'originale veneto. Si prepara direttamente in un grande ballon da vino, con tanto ghiaccio, e 4 cl di Aperol, 6cl di Prosecco (o anche vino bianco fermo e secco), e un top di soda. Basta aggiungere la classica fettina d'arancia e il long drink è pronto.

Tra i tanti long dring buoni con l'Aperol, tra i più bevuti c'è sicuramente l'Aperol soda, che è nient'altro che l'aperitivo con aggiunta di soda, ghiaccio, e fetta d'arancia.

Un altro ottimo cocktail è il girovita, che prevede una miscela di Aperol, Pimm's, liquore all'albicocca e succo di limone, con del cetriolo pestato e della menta fresca. Un cocktail fresco ed estivo, molto dissetante.

Anche il Negroni ha avuto la sua variante all'Aperol, che sostituisce il Campari, mentre il Martini rosso è sostituito con del vermuth bianco secco. Questo cocktail è stato chiamato Cheeky Negroni.

Ottimo e fresco anche il Cotogna's Aperol Fizz, con l'Aperol shekerato con lo sciroppo di zucchero e il succo di limone, nella preparazione classica dei Fizz, a cui aggiungere, logicamente, la soda. Completate con una buccia di pompelmo.

Per un cocktail più corposo, da fare nella coppetta Martini, ecco il Paper Plane, Con proporsioni uguali tra Aperol, Amaro Nonnino e succo di limone shekerati fra loro. Anche il Jackson Cannon's Adriatique è un cocktail tosto. Shekerate 1 dose di Amaro Montenegro con mezza di Aperol, e un po' di succo di limone fresco e servite con ghiaccio nel tumbler o senza nel bicchiere Martini.

E infine il Descanso Beach smash, forte ma estivo, con il Rye Whiskey, l'Aperol e lo sciroppo di zucchero, con tanti agrumi freschi e la menta.



COMMENTI SULL' ARTICOLO