calamari ricette

  Ricetta italia

  Viene servita come secondo piatto
  Ricetta per 2 persone

  Costo 5 €


  Tempo totale di esecuzione
00:60:00
  Tempo di preparazione
00:20:00

  Tempo di cottura
00:40:00


  Tipo di cottura: fornello
Lista degli Ingredienti


  • 500 grammi di calamaro
  • 200 grammi di pomodori maturi
  • 30 grammi di porri
  • 1 manciata di sale
  • 5 cucchiai di Olio extravergine
Valori Nutrizionali di una porzione:
  • 238Kcal
  • 9g di grassi
  • 9g colesterolo
  • 2g di fibre
  • 33g di proteine

Ricette con calamari

I calamari sono un gustoso mollusco, considerato pregiato, che fa parte dei grandi classici di pesce della tradizione italiana. Come anelli fritti vanno molto bene in antipasto, ma il calamaro può essere anche un gustosissimo secondo piatto da realizzare con ricette molto semplici e veloci. Il calamaro va pulito, come descriveremo di seguito, e poi generalmente tagliato ad anelli, per facilitarne la cottura. In questa ricetta abbiamo deciso di cucinarlo con dei pomodorini pachino freschi e leggeri, per una pietanza ottima d'estate, da servire sia calda che fredda. Il calamaro è infatti ottimo anche riposato in frigo, da servire abbinandolo con un buon vino bianco strutturato, oppure, servito caldo, con un vino bianco secco e fresco.
Ricette con calamari

Paderno 49604-41 Wok Cm 41, Ferro

Prezzo: in offerta su Amazon a: 35€


Gli ingredienti

ingredienti Per fare una ricetta semplice di calamari, per due persone, procuratevi i seguenti ingredienti:

2 calamari grandi (circa 500 g)

200 g di pomodorini pachino

½ porro

sale

olio extravergine di oliva

  • Il calamari ripieno è un secondo piatto molto sfizioso e ricco di gusto. Si prepara cuocendo gli stessi ciufetti dei calamari in padella con ingredienti semplici quali olio, aglio e cipolla tutto prof...
  • I calamari in padella I calamari in padella possono essere cucinati secondo molte ricette, dove spesso cambiano i vegetali che li accompagnano. Presentiamo un'ottima ricetta con le teste di calamaro, i cavoletti di Bruxell...
  • Risotto calamari Il risotto con i calamari è uno dei grandi classici della cucina italiana, in particolare di quella della città costiere meridionali, ove si trova abbondanza di pesce. Molto facile da preparare, quest...
  • Calamari e zucchine La ricetta che vi proponiamo oggi, è un piatto estremamente semplice da realizzare in casa, ma allo stesso tempo unico e dal sapore inconfondibile.I calamari fresche, sono dei molluschi ottimi da cu...

4pcs mini chip cestini da cucina in acciaio INOX friggitrice servire alimenti presentazione carrello

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,66€


Pulire il calamaro

  • Pulire il calamaro
  • Pulire il calamaro
  • Pulire il calamaro
Il calamaro va sempre pulito, perché quasi mai la pescheria se ne occupa. É un mollusco particolare, perché è un invertebrato che va sviscerato e privato delle poche cartilagini ossee. per pulire il calamaro, bisogna eliminare il becco, gli occhi, la lisca trasparente che lo sorregge e le viscere.

Prendete il calamaro e mettetelo sul tagliere (1), quindi staccate il corpo grande superiore dai tentacoli e gli occhi, con il coltello (2). Al centro della parte da cui partono i tentacoli, toccando con le dita, troverete il becco, che dovrete eliminare. Si tratta di una parte dura e scura, che fuoriesce facilmente inserendo il coltello di lato (3) e spingendo, con una leggera pressione, facendo leva.


Continuate a pulire il calamaro

  • Continuate a pulire il calamaro
  • Continuate a pulire il calamaro
  • Continuate a pulire il calamaro
Quindi continuate a lavorare la parte con i tentacoli, da cui dovrete eliminare gli occhi, tagliando via l'intera parte con il coltello (4), separandola dai tentacoli. Buttate la parte con gli occhi e andate a lavorare sulla parte grande del corpo, da cui dovrete eliminare la cartilagine, infilata verticalmente. Si tratta di una lisca trasparente, lunga e fine. Prendetela con due dita e sfilatela, tirandola (6) senza nessuno sforzo. Infine, dall'interno del corpo, estraete tutte le viscere (6), là dove era la cartilagine. Si tratta di un tessuto molle e giallognolo. Quindi tenete solo l'involucro esterno del corpo e continuate con la ricetta.


Terminate la pulizia

  • Terminate la pulizia
  • Terminate la pulizia
  • Terminate la pulizia
Infine lavate bene il calamaro (7) sotto l'acqua corrente per eliminare tutti i residui di viscere (7), facendo attenzione a pulire bene l'interno del corpo. Prendete anche la parte dei tentacoli e lavatela (8), e in ultimo fate scolare i calamari, e metteteli su un piatto piano (9) per continuare a lavorarci sopra.


Fate gli anelli

  • Fate gli anelli
  • Fate gli anelli
  • Fate gli anelli
Mettete il corpo del calamaro sul tagliere pulito (10) e quindi iniziate ad affettarlo con il coltello, per fare i classici anelli (11) sottili e tutti uguali. Quindi mettete tutto da parte (12) su un piattino, insieme anche ai tentacoli. Quindi continuate per proseguire la ricetta.


Il porro

  • Il porro
  • Il porro
  • Il porro
Ora pulite bene il tagliere e iniziate a lavorare i vegetali, partendo dal porro, che avrete lavato bene o a cui avrete sfogliato un pochino la parte esterna. Mettetelo sul tagliere (13) e cominciate a tritarlo (14) finemente con il coltello. Quindi mettete tutto in una ciotolina (15) a parte e proseguite la ricetta.


I pomodori

  • pomodori
  • pomodori
  • pomodori
Ora è la volta dei pomodorini pachino. Lavateli bene (16) sotto l'acqua corrente, asciugateli e quindi metteteli sul tagliere. Qui, con il coltello a lama seghettata, per non rovinare l'affilatura con l'acidità del pomodoro, iniziate a tagliarli a rondelle (17) più fini possibili, e poi metteteli da parte in ciotolina (18), cercando di conservare il liquido vegetale.


Il soffritto

  • soffritto
  • soffritto
  • soffritto
Poi prendete un tegame grande, e versateci dentro cinque cucchiai di olio extravergine di oliva (19) e fateli scaldare a fuoco medio. Una volta caldo, aggiuntevi dentro il porro tritato (20) a soffriggere, e quindi, una volta che il porro diventa trasparente, unite anche i pomodorini pachino (21) per farli appassire dieci minuti con il coperchio.


calamari ricette: Terminate la ricetta

  • Terminate la ricetta
  • Terminate la ricetta
  • Terminate la ricetta
Dopo dieci minuti, unite alla pentola anche gli anelli di calamari (22) con i tentacoli, fate insaporire un pochino nell'olio e quindi salate (23) leggermente, senza esagerare, perché generalmente i calamari sono abbastanza saporiti e il piatto risulterebbe salato. Mescolate bene (24) con un cucchiaio di plastica e quindi coprite con un coperchio. Fate cuocere a fiamma moderata per circa 30 minuti, prima di controllare la cottura, girando di tanta in tanto. Una volta cotti, spegnete il fuoco e impiattate i calamari con i loro pomodorini e il sughetto di fondo, oppure fateli raffreddare un pochino, perché sono molto buoni anche tiepidi o freddi. Accompagnateli in tavola con un buon vino bianco secco e fresco, oppure strutturato, mettendo accanto anche il macinino del pepe nero, per chi volesse servirsene.



COMMENTI SULL' ARTICOLO